Finale Mondiali 2014: Tre motivi per tifare Argentina

Lionel Messi in azione
Ecrit par

Domenica 13 luglio si gioca al Maracanà di Rio de Janeiro la finalissima dei Mondiali 2014 tra Germania e Argentina. In caso di dubbio su quale squadra tifare, ecco tre buone ragioni per tifare Messi e compagni.

La finale dei Mondiali 2014 tra Germania-Argentina è alle porte del Maracanà e, dopo il baratro di Brasile-Germania 1-7 il popolo verdeoro rischia l'incubo di vedere Messi e compagni alzare la Coppa in casa propria. Questa edizione dei Mondiali ha fatto molte vittime illustri, costringendo i tifosi italiani, spagnoli, inglesi e porteghesi a scegliersi nuove Nazionali a cui appassionarsi. Anche per noi è giunto il momento di scegliere da che parte stare: così, dopo quella sacra di Papa Francesco, che augurò a tutti un buon Mondiale prima del debutto, l'Albiceleste riceverà anche la nostra (profana) benedizione. Vendetta, giusto coronamento di una carriera e anche un po' di sadismo racchiudono i tre motivi che ci spingeranno a tifare Messi e compagni domenica sera, contro la Germania schiacciasassi. Dunque, perchè tifare Argentina?

Altri articoli su Mondiali 2014Neymar infortunato in Brasile-Colombia: Mondiali 2014 finitiMondiali 2014: Germania-Argentina, i precedenti della finaleGermania-Argentina: Messi e la partita della vita

Lionel Messi in esultanza
Lionel Messi in esultanza
1. Messi deve chiudere la carriera con una Coppa del Mondo

Arrivati a 27 anni, si hanno sempre meno occasioni per tentare la scalata alla Coppa del Mondo. Per entrare definitivamente nella leggenda, per Leo Messi Germania-Argentina sarà la partita della vita: il numero 10 del c.t Sabella dovrà sfruttare fino in fondo la chance di portare la sua Nazionale alla vittoria, 28 anni dopo il trionfo a Messico '86 proprio contro la Germania. Con sei campionati spagnoli, tre Champions League, quattro Palloni d'oro, un oro olimpico e due Supercoppe europee in bacheca, manca solo la vittoria in Coppa del Mondo per sugellare la propria immortalità calcistica e dare pienamente ragione a chi paragona la Pulce del Barcellona ai divini Pelè e Maradona.

Finale Mondiali 2014: Tre motivi per tifare Argentina
2. Per la vendetta di Italia '90

Nella finale dello stadio Olimpico di Roma del 1990 (il più recente tra i precedenti ai Mondiali tra Germania e Argentina), la spuntarono i tedeschi: allora era Lothar Mattheus contro Diego Armando Maradona, oggi è Thomas Muller contro Leo Messi, con tutti i paragoni e le somiglianze che si possono trovare tra le due coppie di rivali. Quella di Italia '90 fu una delle finali più brutte della storia dei Mondiali: 1-0 su rigore trasformato da Brehme a sei minuti dalla fine, al termine di una sfida appiattita su gioco difensivo, lanci lunghi e pochi spunti in attacco. Ventiquattro anni dopo, l'Albiceleste può ottenere la sua vendetta.

Neymar durante una sua esultanza
Neymar durante una sua esultanza
3. Per vedere Neymar piangere di nuovo

Una vittoria argentina sarebbe per i brasiliani il culmine dell'incubo in cui è piombato tutto il popolo veredoro: dopo la disfatta di Brasile-Germania 1-7 (guarda i gol), l'immagine della Coppa alzata dai rivali storici dell'Albiceleste sarebbe un affronto troppo grande per i Pentacampioni (soprattutto al Maracanà), ma anche una goduria per più di qualcuno. Inutile nasconderlo: la supponenza del Brasile a questi Mondiali ha dato fastidio al resto del mondo e i continui aiuti arbitrali ricevuti hanno disgustato i romantici del calcio: pur avendo dichiarato oggi di "stare con l'Argentina", Neymar è il simbolo di questo brasile discutibile con il suo look ambiguo e la sua aura da star. Pur augurandogli il meglio per la sua salute (con una vertebra da sistemare dopo l'infortunio in Brasile-Colombia), vogliamo essere comunque sadici: godremmo molto all'idea di vedere la sua cresta (assieme a quella di tutto il Brasile) abbassarsi ancor di più.

Crediti: Youtube, Icon, Visual Press Agency, Xinhua, Zuma / Visual Press Agency, panoramic.fr