Final Four Eurolega: Spanoulis pazzesco, Real Madrid-Olympiacos la finale

Vassilis Spanoulis dalla lunetta
Ecrit par

Nella prima semifinale della Final Four di Eurolega 2015, la spunta l'Olympiacos contro il CSKA Mosca per 68-70. Immenso nell'ultimo quarto Vassilis Spanoulis, autore di tre triple. In finale troverà il Real Madrid, che ha battuto il Fenerbahce.

L'eroe greco ha sonnecchiato per tre quarti di gara, ha tirato male, buttato 4 palloni, ha perso nettamente il duello con Nando De Colo, guardia francese del CSKA. A 6: 30 dalla fine, con l'Olympiacos che viaggiava a -7 dai russi, è rientrato in campo, e ha sbagliato di nuovo. Sembrava fosse una giornata storta, la vittoria dei russi sempre più vicina. A 3: 20 dalla sirena la prima tripla, che riporta i greci a -6, poi due punti dalla distanza, poi un'altra vale il sorpasso 63-65, infine a 9'' dal termine la terza che vale il 66-69. Con il punteggio finale di 68-70 l'Olympiacos ha battuto il CSKA Mosca nella prima semifinale, riuscendo nell'impresa per la terza volta di fila. Nel 2012, in finale a Istanbul, l'Olympiacos aveva rimontato ben 17 punti nell'ultimo quarto, vincendo grazie un canestro a 2'' dalla sirena di Printezis (top scorer stasera dei greci con 14 pt); nel 2013 in semifinale a Londra fu cappotto col punteggio di 52-69. Per farvi capire la dimensione dell'impresa, basti dare uno sguardo ai budget di quest'anno: 42 milioni per il CSKA, 7,5 per l'Olympiacos.

Vassilis Spanoulis
Vassilis Spanoulis
Eurolega - L'Olympiacos festeggia la vittoria sul Cska
Vassilis Spanoulis
Eurolega - Le tifose del CSKA
Vassilis Spanoulis
Eurolega - Nando De Colo (CSKA)
Vassilis Spanoulis

Nella seconda semifinale tutto facile per il Real Madrid contro il Fenerbahce di Obradovic. Al Barclaycard center sembra di essere a Istanbul, ma il tifo infuocato dei tifosi turchi dura solo un quarto, il primo, chiuso 20-21 per gli ospiti. Nel secondo quarto si scatenano Rivers (17) , Nocioni (12 con 6 rimbalzi), e un inaspettato mvp, il messicano Gustavo Ayon, dominante sotto le plance, capace di chiudere la prima metà di gara con 16 punti (18 pt e 7 rimbalzi a fine partita). Il Real ha vinto la partita con le sue guardie, contro una squadra che ha cercato di impostare la gara sotto canestro. Eloquente il conto delle triple dopo i primi due quarti: 8/14 per gli spagnoli (con 4/4 di Rivers), 2/7 per i turchi. Con il primo tempo chiuso a più 20 (55-35), il Real è bravo a non deconcentrarsi e a conservare il vantaggio fino al 96-87. Tra i turchi top scorer Goudelock (26) e Vesely (20), ma è mancato il collettivo. In un tale stato di grazia, per le Merengues non sarà difficile battere l'Olympiacos nella finale di domenica.

Foto e testi di Nicola Accardo (a Madrid)

Coach Obradovic (Fenerbahce) infuriato coi suoi
Coach Obradovic (Fenerbahce) infuriato coi suoi
Eurolega - Una contesa tra Real Madrid e Fenerbahce
Coach Obradovic (Fenerbahce) infuriato coi suoi
Eurolega - Sergio Rodriguez al tiro
Coach Obradovic (Fenerbahce) infuriato coi suoi
Crediti: Nicola Accardo, melty.it, Euroleague