FIFA 15 vs PES 2015, Games Week, Destiny: Top videogiochi ottobre

FIFA 15 vs PES 2015, confronto su PS4 e Xbox One
Ecrit par

Il confronto tra FIFA 15 e il rivale PES 2015, i colori della Milan Games Week 2014 e i Guardiani impegnati a diventare Leggenda in Destiny sono gli argomenti più caldi nella sezione nerd di mety.it ad ottobre.

Cosa sarebbe l'universo videoludico senza il tradizionale scontro tra la serie FIFA e il rivale Pro Evolution Soccer? Per alcuni di certo un posto migliore, per altri solo un mondo meno colorato. Perché, diciamocelo, il tifo da stadio virtuale può essere divertente, soprattutto se siete italiani e lo avete nel sangue, magari schizzati al vostro negozietto di fiducia a comprare una PlayStation 4 o Xbox One solo per poter giocare le versioni "next-gen" di FIFA 15 e PES 2015. La prima è già disponibile sul mercato dallo scorso 25 settembre e, neanche a dirlo, sta dominando le classifiche europee. La seconda è invece chiamata a compiere una sfida non facile: farci dimenticare gli errori della versione dello scorso anno il prossimo 13 novembre, data di debutto sugli scaffali. E se la nostra prova sul campo della demo di PES 2015 è stata più che positiva, è naturale credere che gli sviluppatori di Konami abbiano imboccato il giusto sentiero per il rilancio in grande stile di quello che fino a pochi anni fa era il brand calcistico più amato e giocato. Dalla spettacolare grafica e qualità tecnica del FOX Engine, alle riproduzioni dei volti dei calciatori (FIFA 15 vs PES 2015: Grafica e realismo dei volti a confronto), passando per un gameplay finalmente più simulativo e meno arcade, Pro Evolution Soccer potrebbe dare del filo da torcere all'edizione annuale di FIFA, ormai campione assoluto del genere. Le due simulazioni si sono imposte anche in questo ottobre ormai al tramonto come gli argomenti nerd più cliccati sulle pagine di melty.it. D'altronde, come si dice, l'Italia è un popolo di poeti, santi, navigatori e... Calciatori da joypad!

Non poteva mancare nella top mensile videoludica l'evento più atteso dai gamer dello Stivale. Parliamo naturalmente della Milan Games Week 2014, quarta edizione della fiera meneghina completamente dedicata alla bellezze in pixel e poligoni. L'occasione più ghiotta per poter provare in anteprima i giochi in uscita su PS4, Xbox One e Wii U nei prossimi mesi, per vedere in azione lo youtuber Favij in Super Smash Bros. su 3DS o per perdersi tra i creativi cosplay dell'evento. Una grande festa, sicuramente caotica e a tratti ancora mal strutturata, ma che non può che stampare un grande sorriso sul volto di chi vive di pane e videogiochi. Metteteci pure le straordinarie offerte di Unieuro, partner commerciale della Games Week di quest'anno, e capirete perché i visitatori del MiCo dal 24 al 26 ottobre sono più che raddoppiati rispetto all'edizione dello scorso anno (Milan Games Week 2014: Record di visite per la quarta edizione).

A chiudere l'ottobre del gaming c'è Destiny di casa Bungie, croce e delizia di ogni Guardiano che si rispetti. Nonostante i numerosi problemi legati ai server del gioco e una certa pochezza di contenuti - imputabili al genere di appartenenza e al suo essere ancora acerbo -, l'MMOFPS degli ex sviluppatori di Halo si conferma come uno dei giochi più affollati degli ultimi tempi. La compagnia americana promette di aver preso attenta visione dei feedback - positivi o negativi che siano - dei giocatori per migliorare l'esperienza galattica di Destiny, soprattutto con l'avvicinarsi del primo DLC del titolo. Si tratta de L'Oscurità dal Profondo, in uscita il prossimo 9 dicembre. Con la prima espansione verrà alzato il level cap da 30 a 32, come riferito da Harold Ryan di Bungie. Comparirà un nuovo personaggio chiamato Eris, che dalle ombre dell'Hive tornerà alla Torre con un'inquietante avvertimento: l'Hive ha intenzione di risvegliare la divinità Crota per distruggere la Terra e ci toccherà dunque fermarla all'interno di nuove quest e tre missioni speciali. Collegata a questa linea narrativa anche la nuova missione Strike, intitolata "La volontà di Crota", che ci pone contro Omnigul e l'esercito dell'Hive. Il nuovo assalto cooperativo per sei giocatori metterà noi e la nostra Squadriglia contro Omnigul mentre lei è intenta ad espandere l’armata dell’alveare al comando del suo signore, Crota. Non mancheranno naturalmente nuove armi ed armature esotiche da conquistare. The Dark Below aggiungerà tre nuove arene multigiocatore competitivo nel Crogiolo: Pantheon (ambientata nelle profondità del Giardino Nero all'interno di un antico tempio Vex che offre scenari disegnati dai Vex e angusti corridoi), Skyshock (un vecchio schieramento di difesa interplanetario che offre ingaggi con veicoli e con la fanteria) e Il Calderone (un luogo di culto dell'Alveare abbandonato che offre combattimenti ravvicinati). Le piattaforme PlayStation (PS4 e PS3) avranno anche accesso a un Assalto cooperativo esclusivo, "Mente Imperitura", e qualche bonus in-game, almeno fino all'autunno 2015. Insomma, che se ne parli bene, male o in termini apocalittici, Destiny pare aver conquistato i lettori di melty.it e milioni di giocatori là fuori.

Crediti: Youtube, Konami, Bungie, melty.it