FIFA 15: Demo disponibile su PS4 e Xbox One, le nostre impressioni

FIFA 15, demo e impressioni
Ecrit par

La demo di FIFA 15 è disponibile su PS4, Xbox One, PS3 e Xbox 360. Ecco alcune impressioni a caldo della redazione di melty.it.

Nonostante l'uscita del "fenomeno" Destiny sul mercato - proprio ieri, 9 settembre - Electronic Arts e la divisione EA Sports hanno deciso di rilasciare una demo per FIFA 15, dando la possibilità agli appassionati di calcio virtuale di testare in anteprima tutte le bellezze dell'ultima incarnazione della popolare simulazione sportiva. Lo ammettiamo, anche per la nostra redazione è stata particolarmente dura staccarsi dalle avventure dei Guardiani per lanciarci sui verdi campi del colosso di Redwood City, ma ne è valsa sicuramente la pena. Sì perché, le novità di FIFA 15 sono tangibili e golose già in questa versione dimostrativa del titolo, che debutterà sugli scaffali il prossimo 25 settembre. Ve lo diciamo subito: una delle cose che più ha attirato a nostra attenzione è la trasformazione dinamica del campo da gioco, con tacchetti, contatti ed evoluzioni a lasciare un evidente segno.

Le migliorie apportate dal team di sviluppo alle meccaniche di FIFA sono tante. Sicuramente nulla di rivoluzionario, ma talmente massicce da giustificare una nuova uscita. A partire dall'impatto grafico, davvero spettacolare sulle console di nuova generazione (PlayStation 4 e Xbox One) grazie all'utilizzo dell'engine "Ignite". Modellazione di atleti e stadi più veritiera, una tonnellata di nuove e realistiche animazioni, maggiore "peso" conferito a portieri e difensori... Nulla in casa EA Sports è stato lasciato al caso, con gli sviluppatori particolarmente attenti al contesto attorno alla partita. Basta pensare alle promesse di stadi più vivi e folkloristici (FIFA 15 su PS4 e Xbox One: Novità e trailer per gli stadi), con un pubblico in grado di reagire i tempo reale a quanto accade in campo. Le squadre utilizzabili non sono moltissime - Boca Juniors, Borussia Dortmund, Chelsea F.C., FC Barcelona, Liverpool F.C., Manchester City FC, Paris Saint-Germain F.C. e S.S.C. Napoli -, ma è già possibile "sbirciare" tra i menù e rendersi conto di quanto migliorato sia il sistema di licenze, già punto di forza quasi inavvicinabile della serie FIFA. Pensiamo al recente accordo tra EA e la Lega Serie A, alla Lega turca o a quella inglese... Campionati internazionali, coppe e competizioni sono così tante che non basterebbe un intero paragrafo per elencarle tutto in modo esaustivo. Senza contare le modalità di gioco, con una FIFA Ultimate Team rinnovata, a fianco di una Carriera (FIFA 15 su PS4 e Xbox One: Modalità Carriera, novità e dettagli) e una Pro Club sempre più aggiornate che fanno largo ricorso alle caratteristiche di scouting dei nuovi talenti.

Nonostante le modifiche alle meccaniche di FIFA nell'edizione 2015 non siano così tante come Electronic Arts vorrebbe far credere, sono comunque degne di nota e sicuramente significative per gli appassionati. E non solo perché l'intelligenza artificiale dei calciatori è stata riscritta quasi da zero - con la squadra che si adatta allo stile del giocatori ed impara dalla sue scelte -, ma anche per un'azione di gioco allo stesso tempo fluida e precisissima, veloce e assai imprevedibile, che ha portato ad affinare i già collaudati First Touch Control e Pure Shot. I passaggi, le evoluzioni o andare in rete hanno ora un "peso" più percepibile, pad alla mano, tanto che in alcuni frangenti si avrà la sensazione di trovarsi di fronte i primissimi capitoli del rivale Pro Evolution Soccer. Non mancano i difetti: quello più evidente sui tiri, che regalano una sensazione di "fisica alterata", mentre nulla da obiettare su passaggi e lanci lunghi. E voi, siete riusciti a provare la demo di FIFA 15? Cosa ne pensate?

Crediti: EA sports, EA, Electronic Arts