Venezia 2015: Leone d'oro e tutti i vincitori

Ecco i vincitori di Venezia
Ecrit par

Il Festival di Venezia si è ufficialmente concluso: questa sera la giuria annuncerà i vincitori della 72esima edizione. Ecco l'elenco completo.

Anche la 72esima edizione della Mostra del cinema di Venezia si è conclusa, come al solito, tra polemiche, delusioni e gradevoli sorprese. Quest'anno la qualità del concorso è stata particolarmente alta, segno che Alberto Barbera sta cominciando – finalmente – ad ingranare. I film apprezzati dalla critica sono stati molti, tra questi “El Clan” dell'argentino Pablo Trapero, “Anomalisa” di Charlie Kaufman, “Francofonia”, del maestro russo Aleksandr Sokurov e “Rabin, the Last Day” di Amos Gitai . A scegliere i vincitori, è toccato alla giuria guidata da Alfonso Cuaron, composta – tra gli altri – dal regista turco Nuri Bilge Ceylan (Palma d’oro a Cannes nel 2014), il taiwanese Hou Hsiao-hsien, il polacco Pawel Pawlikowski, Lynne Ramsay e una coppia di attrici amatissime dal pubblico internazionale: Elizabeth Banks (la Effie di "Hunger Games", per intenderci) e Diane Kruger. Tra gli italiani, si sono fatti notare “Per amor vostro”, di Giuseppe Gaudino, “Sangue del mio sangue” di Marco Bellocchio (qui la nostra recensione) e – fuori dal concorso - “Non essere cattivo” di Claudio Caligari, assieme ai fratelli De Serio, con “I ricordi del fiume”. Le delusioni nostrane sono state Luca Guadagnino, con “A Bigger Splash” e Piero Messina, con “L'attesa”. di seguito, l'elenco dei vincitori della 72esima edizione della Mostra del cinema di Venezia:

Si comincia con Venezia Classici, il cui premio va a Yyves Montmayeur, per The 1000 Eyes of Dr. Maddin” e al restauro di “Salo – Le 120 giornate di Sodoma”. Poi arriva il premio di “Leone d'oro del futuro”, per “The Childhood of a Leader”, di Brady Corbet, con Robert Pattinson nel cast. Un film che incassa anche come "Best Director", nella sezione Orizzonti. Si passa alla competizione ufficiale, nella quale i vincitori sono: per il premio speciale della giuria, “Abluka – Frenzy”, di Emin Alper. Ennesima dimostrazione del periodo di fermento creativo che il cinema turco sta attraversando oggi. Il premio come miglior sceneggiatura va a Christian Vincent, con il film “L’Hermine”. Il premio dedicato a Marcello Mastroianni, per il miglior attore emergente va a Abraham Attah in the film Beast of no Nation” di Cary Fukunaga. La Coppa Volpi come miglior attrice va a Valeria Golino, per l'interpretazione in “Per amor vostro”, di Giuseppe Gaudino. Quello come miglior attore invece se lo aggiudica Fabrice Luchini, grazie all'interpretazione in "L’Hermine" by Christian Vincent. Il polacco Pawel Pawlikowski invece consegna il gran premio della giuria a “Anomalisa”, di Charlie Kaufman e Duke Johnson. Il Leone d'argento - sorta di secondo posto - è andato a Pablo Trapero con il bellissimo "El Clan". A Paolo Baratta l'onore di consegnare il Leone d'oro, vinto dal venezuelano Lorenzo Vigas, con "Desde Allà".

 Venezia 2015: Leone d'oro e tutti i vincitori
Crediti: web , Tommy Card - True Detective ITA, melty.it