Brunori SAS e Dente al Festival Maggio: le foto e il racconto!

Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Ecrit par

Tutto esaurito al Gibus di Parigi per la prima serata del Festival Maggio, dedicato alla musica indipendente italiana. Guarda le foto e leggi il racconto del concerto di Brunori SAS e Dente.

A sentir parlare Brunori SAS e Dente, dopo il loro concerto parigino, l’Europa, in quanto concetto di un continente senza confini, è più tangibile che mai. Entrambi ci dicono che non hanno sentito differenza tra il caloroso abbraccio del pubblico del Gibus di Parigi (dove hanno suonato per il Festival maggio) e l’entusiasmo di quello italiano quando si esibiscono in patria: "Stasera è stato come suonare in Italia", ha commentato Brunori a fine show. Effettivamente aggirandosi tra gli spettatori ieri sembrava di essere a casa: studenti Erasmus che avevano bisogno di “sentire i suoni italiani” o che, come Teresa e Diana, che lavorano a Parigi da un anno, volevano semplicemente "sentirsi un po’ a casa”.

Altri articoli su Festival MaggioBrunori Sas, Dimartino, Lo Stato Sociale: Festival Maggio con melty.itBrunori SAS e Dente: dal Marcovaldo al Festival Maggio!Lo Stato Sociale al Festival Maggio: “Abbiamo una fotta tremenda!”Festival Maggio: Di Martino, Colapesce e The Zen Circus a Parigi

Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Brunori SAS e Dente al Festival Maggio: le foto e il racconto!

Ma c’è anche chi è partito dall'Italia per godersi un weekend parigino e il concerto di Dente e Brunori SAS in terra straniera: Virginia e Giuseppe sono arrivati da Pescara a Parigi “Per vedere la città sì, ma soprattutto per il concerto”. E non erano gli unici, accanto a noi un gruppo di ragazzi arrivati da Cesena ascoltava ammaliata le esibizioni, altri ragazzi di Genova saltellavano in mezzo alla pista. Infilandosi tra le oltre 200 persone presenti ieri al Gibus abbiamo incontrato anche un parigino: “Odio la musica francese, questa invece” - ha detto indicando il palco - “è meravigliosa”.

Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente

L’esibizione della Brunori SAS è stato un tripudio. Perché Dario Brunori oltre a far ballare sa far ridere: “Questa canzone è un classico della musica italiana, per questo abbiamo portato un mandolino. Per ricordare la terra che avete abbandonato. Bastardi! Ci avete lasciato in un mare di casini”. Dente, a fine show, ci ha confessato (tra il serio e il faceto) che quasi ci sta pensando a entrare nel club dei “bastardi” che lasciano "casa": “Mi piace molto Parigi, sto pensando di venire a vivere qui qualche tempo”. Entrambe le esibizioni sono state condite dal senso di ironia, di malinconia e divertimento che contraddistinguono i due amici cantautori. Brunori ha saputo sapientemente alternare momenti d’intimità, quando suonava il pianoforte sulle note di classici come “Arrivederci tristezza” e “Kurt Kobain” e l’allegria di una festa di paese con le sue travolgenti “Italian Dandy” e “Rosa”. Lo show di Dente è iniziato con “Chiuso dall’interno” ed è finito con la ballata “Cena d’addio” , accompagnata dal pubblico con un sorprendente trenino di Capodanno all'italiana.

Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente
Festival maggio, venerdì 16: Brunori e Dente

Il Festival maggio fa riassaporare l’Italia agli espatriati e Parigi, ai viaggiatori e ai curiosi. Per alcuni il concerto è stato l’occasione per visitare la Francia: “Ci sto facendo un pensierino per il futuro”, ha affermato Claudia, arrivata dalla Toscana. Ad altri, invece, il Festival maggio ha fatto venire nostalgia di casa. “Voglio tornare a casa! ”, gridava la più bella fan di Dente dopo un concerto in prima fila, “i francesi sono insopportabili e Parigi è cara: mi manca l’Italia”. Stasera al Festival Maggio sarà il turno diDi Martino, Colapesce e The Zen Circus, gli effetti collaterali del Festival maggio non sono finiti.

Giada Gentili

Crediti: Giada Gentili, melty.it, Alessia Armenise, facebook