Festival di Roma 2015: Il red carpet resta senza star?

Presentato il programma della Festa del Film di Roma 2015
Ecrit par

Il direttore artistico Antonio Monda in conferenza stampa ha dichiarato che la qualità dei film è più importante del red carpet, festa senza invitati?

(di Thomas Cardinali) - Il Festival Internazionale del Film di Roma era diventato nel 2013 con Marco Muller il centro dell’autunno cinematografico visto che l’ex direttore artistico aveva portato il cast di “Hunger Games” al gran completo per la première. Oggi a due anni di distanza e dopo un’edizione 2014 in sordina è il nuovo direttore artistico Antonio Monda a tracciare le nuove linee guida di quella che definisce “una Festa del Cinema”: “Abbiamo deciso di portare a Roma 37 film, la metà di quelli che possiamo vedere in altri Festival perché abbiamo scelto di ispirarci a una manifestazione di qualità come quella che va in scena a New York, la città in cui vivo. Il red carpet? L’importante è quello che proviamo in sala e lo spettacolo all’interno non gli ospiti che accompagnano un film, quella è moda con tutto il rispetto ma non cinema”. La frase ha in un primo momento suscitato gli applausi della stampa presente, ma è carica di significato e potrebbe segnare il declino della kermesse romana.

La Festa del Film di Roma, nome scelto per la decima edizione dell’ormai ex festival, è caratterizzata da un numero considerevole di incontri con il pubblico: la sala Petrassi sarà riempita dai fan di Paolo Sorrentino e Jude Law, entrambi a Roma per girare la fiction “The Young Pope”, il sempre amante del Bel Paese Wes Anderson e Donna Tartt, William Friedkin in una conversazione con Dario Argento, Joel Coen e Frances McDormand, Todd Haynes e l’ultima sera il duo tutto italiano Carlo VerdonePaola Cortellesi. Un parterre dunque di alto livello, se non fosse che per le delegazioni dei film selezionati per il concorso con il “Premio del pubblico” l’organizzazione brancola nel buio più totale.

Presentato il programma della Festa del Film di Roma 2015
Presentato il programma della Festa del Film di Roma 2015

Il film di apertura sara "Truth", ma ancora non è stata confermata la presenza dei protagonisti Robert Redford e Cate Blanchett. Un’apertura di livello internazionale, che meriterebbe sicuramente la presenza di due ospiti così prestigiosi. Con il film “Experimenter” di Michael Almereyda il pubblico potrebbe sperare di incontrare la mitica Winona Ryder diventata una vera star con “Edward Mani di Forbice”, ma anche lo stellare cast della seconda stagione di “Fargo” composto da Patrick Wilson, Ted Danson, Jean Smart, Kirsten Dunst e Jesse Plemons. Non nominiamo neppure “Legend” con la super star del momento Tom Hardy (leggi la sua pagella su melty). Per adesso a soli 18 giorni dall’inizio della festa di Roma unica attrice confermata da Antonio Monda è Ellen Page per il film “Freeheld”. Non sappiamo se credere o meno, ma la battuta che il film conta solo all’interno della sala non è applicabile con un contesto quale la Festa di Roma: la presenza di grandi star internazionali porta i fan, questi ultimi portano soldi al cinema. Senza soldi il cinema non potrebbe più esistere ecco perché lo spettacolo inizia tra le luci e i flash del tappeto rosso che fanno vivere ai frequentatori di queste kermesse la magia e il sogno per una sera. Il cinema dovrebbe regalare sogni, a Roma hanno 18 giorni per ricordarselo.

Metti mi piace alla pagina Facebook Fatti di Cinema per seguire sempre la settima arte su melty!

Crediti: Thomas Cardinali, melty.it