Festival di Roma 2012: Satrapi e Donzelli tra i film più attesi, gli italiani in concorso

La locandina di '1942'
Ecrit par

Si apre oggi la VII edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. Tre i film italiani in concorso, tra gli stranieri molto attesi quelli di Marjane Satrapi, della giovane francese Valérie Donzelli e del cinese Feng Xiaogang.

Parte oggi all'Auditorium Parco della Musica il Festival Internazionale del Film di Roma, che vede il debutto di Marco Muller come direttore dell'evento. Tre i film italiani in concorso per il Marco Aurelio: 'Ali ha gli occhi azzurri' di Claudio Giovannesi, 'Il volto di un'altra' di Pappi Corsicato e 'E la chiamano estate' di Paolo Franchi. A fare da madrina all'evento ci sarà Claudia Pandolfi, che si è detta sorpresa della proposta ma entusiasta di rappresentare il mondo del cinema nella sua città natale. Come nelle passate edizioni, il Festival ospiterà quattro differenti sezioni nella selezione ufficiale e una sezione – 'Alice nelle città'- dedicata al cinema per bambini.

Tra i film più interessanti in concorso segnaliamo '1942', kolossal del regista cinese Feng Xiaogang ambientato nell'anno della grande carestia cinese e che vanta un casting internazionale grazie alla partecipazione di Adrien Brody e Tim Robbins. Altra promessa della manifestazione è senz'altro 'Main dans la main' della giovane regista francese Valérie Donzelli, che nel 2011 ha incantato critica e pubblico grazie a 'La guerre est declarée', rivelazione dell'edizione 2011 del festival di Cannes. Infine, tra le pellicole fuori concorso ricordiamo il ritorno sul grande schermo di Marjane Satrapi, autrice del celebre film d'animazione 'Persepolis'. Nel suo 'La bande des jotas', le vite dei protagonisti del film saranno sconvolte da uno scambio di valigie che li porterà a incontrare un personaggio misterioso, ma il finale del film non è scontato. Noi di melty.it vi consigliamo di dare un'occhiata ai film presentati, per tutti gli aggiornamenti sul festival, continuate a seguirci. E date anche uno sguardo al canale Youtube degli studenti della Sapienza, FestivalTube.