"Femen lapidata", ma l'avvocato smentisce: Amina sta bene

Ecrit par

Si pensava che Amina, l’attivista delle Femen scomparsa da giorni, fosse stata internata in un ospedale psichiatrico. Il suo avvocato ha però tranquillizzato sulla sua sorte: “Amina sta bene, vuole essere solo lasciata in pace”

La triste storia di Amina, l’attivista del movimento Femen di cui non si avevano più notizie dopo le foto a seno nudo, sembra essersi risolta per il meglio. Il suo avvocato Bochra Bel Haj Hamida, a sua volta membro dell’associazione femminista, ha infatti dichiarato di essere riuscita a mettersi in contatto telefonico con la giovane tunisina e ha assicurato che sta bene. "Ho insistito molto per sapere se stava male e mi ha detto di no” ha specificato l’avvocato, “Amina vuole essere solo lasciata in pace” dopo lo scandalo provocato dalle immagini nelle quali appariva a seno nudo con scritte come "Il mio corpo mi appartiene" e "Il mio corpo non è di nessuno" sulla pelle.

"Femen lapidata", ma l'avvocato smentisce: Amina sta bene - photo
"Femen lapidata", ma l'avvocato smentisce: Amina sta bene - photo
"Femen lapidata", ma l'avvocato smentisce: Amina sta bene - photo

Amina, prima femen ad aver osato fotografarsi in topless nella tradizionalista Tunisia, aveva provocato con il suo gesto un’ondata di polemiche. Prima, aveva ricevuto minacce e insulti sui social network, in seguito, l’imam Adel Almi aveva persino emesso una fatwa nella quale chiedeva che la ragazza venisse frustata e lapidata. A questa notizia, le compagne dell’associazione d’origine ucraina Femen, avevano lanciato l’allarme: “temiamo per la sua vita” avevano scritto sul blog ufficiale “FreeAmina”. Inoltre, il 4 aprile prossimo è stata istituita una giornata di solidarietà internazionale per Amina. Giornata che le Femen non intendono disdire, nemmeno dopo le parole tranquillizzanti del legale di Amina: “Non ci fermeremo fino a che non sentiremo la voce di Amina e non rivedremo il suo viso. Fino al momento in cui questo non avverrà, non ci arrenderemo e continueremo a cercarla”. Le attiviste non sembrano infatti convinte da quanto dichiarato dall'avvocato di Amina: la Femen tunisina a seno nudo, infatti, secondo molte compagne attiviste, potrebbe ancora rischiare la lapidazione.

>>> Leggi anche su melty.itFemen: A Parigi le suore a seno nudo aprono gli estintori sulla folla, è pestaggio

"Femen lapidata", ma l'avvocato smentisce: Amina sta bene
Crediti: archivi