Fedez, Fabri Fibra, Marracash: Il Far West del rap italiano

Fedez, Fabri Fibra, Marracash: Il Far West del rap italiano
Ecrit par

‘Il rap nel mio paese’ di Fabri Fibra – tornato in scena con la pubblicazione di “Squallor” – è un attacco diretto a Fedez e i rapper della scena milanese: è solo l’ultimo di una lunga serie di dissing che dividono da anni il mondo del rap italiano.

Il “fuck Fedez” pronunciato da Fabri Fibra ne ‘Il rap nel mio paese’ – primo singolo estratto dal nuovo album “Squallor” – è soltanto la punta dell’iceberg di una serie di dissing, di scontri a suon di rime e di litigi tra i rappresentanti della scena hip hop. Il nuovo brano pubblicato dall’artista di Senigallia è interessante perché concentra in un unico punto diverse questioni scottanti. La clip si apre subito con una presa in giro a MezzoSangue, collega della scena romana, buttato fuori scena nel video da Fabri Fibra in persona. Pare che tutto sia nato da un “mi sta sul cazzo Fibra” ; MezzoSangue, dal canto suo, ha risposto prontamente alla scenetta di Fibra con un video divertente postato sul suo account Facebook:

Il vero attacco del cantante di “Tranne te”, però, è palesemente diretto a Fedez e tutti i rapper “dall’accento milanese”. Avercela con l’ex giudice di X Factor, si sa, significa anche remare contro J-Ax: i due rapper della scena meneghina, infatti, non sono soltanto “colleghi” di talent, ma soprattutto soci nell’etichetta hip-hop gestita da entrambi, la “Newtopia”. Particolare, a questo punto, è il caso di Emis Killa: il cantante di ‘Parole di ghiaccio’, infatti, si è più volte dimostrato un grande amico di Fedez, ma, come lo stesso rapper ha ammesso in un’intervista a Verissimo, è cresciuto ascoltando un ancora sconosciuto Fabri Fibra. Con ‘Il rap nel mio paese’, almeno, Fibra ha finalmente messo la parola fine all’infinito dissing che aveva portato avanti con Vacca. Durante un’intervista a Rolling Stones, infatti, l’artista di Senigallia aveva ammesso di considerarsi “più amico che fan di Vacca”, dando vita ad una lunga serie di contrasti da parte dei due: le canzoni ‘Ritarducci’ e ‘Fatti da parte’ ne sono un chiaro esempio, tuttavia l’ultimo “Ho fatto il dissing con Vacca tutti dicevano è troppo: ci siamo messi in gioco il contrario del mondo del pop” lascia pensare ad un periodo di tregua.

Lasciando per un momento da parte il “dissing” vero e proprio, sono tantissime le dichiarazioni spinose nel mondo del rap. È il caso di Marracash, il conduttore sui generis di MTV Spit, e del commento a caldo dopo la conquista del disco d’oro del suo album “Status”. "Con quattro passaggi radio in croce (ma buoni) e senza fare il gioppino in TV, Status è ufficialmente disco d'oro! " Molti hanno colto quel “gioppino in TV” come un chiaro riferimento a J-Ax, attualmente impegnato come coach a The Voice 3. Ad avvalorare quest’ipotesi, tra l’altro, ci sarebbe il chiaro attacco del rapper siciliano a Fedez in ‘A volte esagero’, il brano realizzato in featuring con Coez e Salmo. Questa volta, però, lo scontro è nato a causa dal cantante de ‘L’amore eternit’: in ‘Veleno per Topic’, infatti, Fedez canta “Sono il manager di me stesso, non sono una sanguiZukar”, facendo riferimento a Paola Zuckar, manager di Fabri Fibra e Marracash. Le fazioni del rap, a questo punto, sono chiarissime: Fabri Fibra, Marracash, Coez e Salmo da una parte, Fedez e J-Ax (ma per esempio anche Moreno, consigliato dall’ex-Articolo 31 a Maria De Filippi) dall’altra. Voi da che parte state?

Crediti: web