Fear The Walking Dead: 5 errori da evitare per lo spin-off

Fear The Walking Dead tra anticipazioni e aspettative
Ecrit par

In arrivo il 23 agosto su AMC, Fear The Walking Dead cercherà di sedurre i telespettatori che già amano The Walking Dead. Ecco 5 errori da evitare per riuscire nell'impresa.

Madison, Travis, Alicia e Nick diventeranno molto presto dei nomi familiari a tutti gli appassionati di "orrore seriale". Si tratta dei protagonisti principali di Fear The Walking Dead, la nuova serie di casa AMC in onda il 23 agosto e, come il nome lascia intuire, "compagna" del popolarissimo The Walking Dead. E se solo una manciata di ore fa qui su melty vi abbiamo presentato la sinossi e alcune immagini dei primi due episodi (Fear The Walking Dead: Anticipazioni episodi 1 e 2, sinossi e foto ufficiali), ora vogliamo concentrarci sui 5 errori che sceneggiatori e produzione dovrebbero assolutamente evitare. D'altronde, per un serial che punta a conquistare un pubblico tanto esigente, il rischio di "perdersi" nelle sue stesse fila è sempre dietro l'angolo.

1. Essere troppo simile a The Walking Dead - Lo sappiamo già, Fear The Walking Dead non sarà un prequel e neppure uno spin-off in senso stretto della serie madre. Eppure una delle sfide più impegnative per AMC sarà proprio quella di differenziare il nuovo show dalle disavventure post-apocalittiche di Rick Grimes e compagni. Le promesse degli sceneggiatori sono chiare: FTWD parlerà di persone ordinarie in una situazione straordinaria, in cui sarà assai facile immedesimarsi. Il tutto condito da ambientazioni inedite e una sensazione di "paura" che nel tempo è andata a perdersi nel serial d'origine.

2. Zombie poco credibili - Negli anni The Walking Dead è riuscito a farsi amare non solo per i suoi intrighi - definiti una soap opera da George Romero -, ma anche per i suoi spettacolari effetti speciali. Grazie a Greg Nicotero, gli zombie sono inquietanti e assai credibili, per certi versi lontani da quelli di altre produzioni, che hanno cerato di donare ai non-morti tratti originali snaturandone fisionomia e caratteristiche. La speranza è quella di vedere "walker" ancora più realistici - per quanto possibile - in Fear The Walking Dead, vicini alla natura umana, appena toccata dall'epidemia. 3. Stereotipi - Le prime impressioni dopo il trailer di Fear The Walking Dead visto al Comic-Con di San Diego sono state discordanti (The Walking Dead 6 vs Fear The Walking Dead: Trailer a confronto). Se si nota subito il tocco di Robert Kiriman nella clip, d'altra parte il tutto ci è sembrato fin troppo legato agli stereotipi del genere post-apocalittico. Riusciranno gli sceneggiatori ad allontanarsi dai soliti cliché?

4. Dare il successo per scontato - Con un titolo di cui 3 di 4 parole provengono da una delle serie di maggior successo degli ultimi anni è difficile credere che Fear The Walking Dead possa rivelarsi un flop. Eppure non vi è alcuna garanzia che gli spettatori possano appassionarsi anche all'Apocalisse nel cuore di Los Angeles. Allo stesso modo, se FTWD andrà ad incuriosire i fan di TWD, gli stessi amanti dello show originale potrebbero essere quelli dai giudizi più severi nei confronti della "companion series". 5. Troppa azione - Come ogni produzione di alto livello (e ad alto budget) anche Fear The Walking Dead cercherà di creare un riuscito mix tra azione a colpi di morti viventi ed una trama ben costruita. The Walking Dead è riuscita a catturare il pubblico concentrandosi sulle relazioni tra i diversi personaggi e la loro evoluzione interiore. Un punto di forza che troppo spesso è stata anche la debolezza più grande del figlio prediletto di AMC... Che questo abbia spinto gli sceneggiatori a ricercare una dimensione action più marcata? Noi speriamo decisamente di no! E voi, cosa non vorreste mai vedere in Fear The Walking Dead?

Fonte: melty.fr - Crediti: AMC