Game Therapy: Favij, Clapis, Leonardo DeCarli e Zoda da Youtube al cinema

Game Thearpy fim
Ecrit par

Esce in sala Game Therapy, il lungometraggio che vede come protagonisti quattro dei più amati youtuber d’Italia. Il passaggio da web star a star del cinema è davvero così breve?

Nel bel mezzo del cammin di un Festival di Roma, decisamente sotto tono per quanto riguarda la presenza di ospiti d’onore pronti a varcare il red carpet, ieri una calca di giovani fan si sono appostate fin dalla prima mattina per vedere finalmente i loro beniamini che altri non sono che quattro ragazzi divenuti famosi negli ultimi anni per aver fatto incetta di seguaci e visualizzazioni su youtube. Favij, Clapis, Leonardo DeCarli e Zoda hanno infatti presentato durante la kermesse romana il loro film d’esordio, Game Therapy, nella sezione collaterale Alice Nella Città. (Leggi la recensione di Game Therapy su meltybuzz!)

Game Therapy: Favij, Clapis, Leonardo DeCarli e Zoda da Youtube al cinema

Il binomio youtuber/settima arte non è affatto nuovo: già nel 2013, infatti, Frank Matano aveva partecipato al film che ha visto per la prima volta Paolo Ruffini alla regia, Fuga di Cervelli, per poi essere anche tra i protagonisti del secondo lungometraggio dell’ex presentatore di Colorado Caffè e di Ma che bella sorpresa di Paolo Genovesi. Sempre Matano, insieme a 4 colleghi del tubo - al secolo Ludovica Comello, Diana Del Bufalo, Texter e Tess Masazza - era stato scelto come volto di una delle emozioni di Inside Out, Rabbia, per la promozione del lungometraggio Disney Pixar campione d’incassi. Greta Menchi, altra webstar seguitissima su youtube grazie ai suoi vlog, è stata la doppiatrice di una delle attrici dell’americano lungometraggio L’ A.S.S.O nella manica.

Game Therapy: Favij, Clapis, Leonardo DeCarli e Zoda da Youtube al cinema

Passo dopo passo, quindi, i divi del tubo hanno incominciato a esplorare anche il mondo del cinema fino ad arrivare, con Game Therapy in sala da oggi, a esserne tra i protagonisti. Il motivo di questo salto dalla rete alla pellicola è semplice: le webstar - i cui milioni di seguaci sono principalmente adolescenti - garantiscono la fetta di pubblico più amata da ogni industria per la sua garanzia di essere sempre, con o senza crisi, prolifica e spendacciona: quella dei teen. Game Therapy, massacrato per amor di giustizia e meritocrazia dalla critica di settore, sarà anche innovativo a suo modo per l’ambientazione fantascientifica rara in Italia e per l’esplorazione dall’interno del settore video ludico, ma resta un instant movie: un lungometraggio realizzato e impacchettato in tempi record per sfruttare il successo momentaneo di personaggi che ora sono sulla cresta dell’onda e nelle menti volubili dei giovanissimi.

Game Therapy: Favij, Clapis, Leonardo DeCarli e Zoda da Youtube al cinema

Qualche anno fa uscì in sala Troppo Belli il film che vedeva come protagonisti i due tronisti per eccellenza Costantino e Daniele, divi del piccolo schermo che all’epoca smuovevano mandrie di donne innamorate dei due principi azzurri creati da Maria De Filippi ovunque, persino al cinema. Game Therapy è stato prodotto e diretto dall’esordiente Ryan Travis con lo stesso scopo, ovvero quello di spingere l’acceleratore su un fenomeno destinato a finire ma che in questo preciso momento storico sta vivendo il suo massimo splendore. Inutile, quindi, puntare il dito contro i 4 dell’apocalisse web, Favij, Clapis, Leonardo DeCarli e Zoda, che non sono altro che furbe pedine consenzienti nelle mani di una frettolosa produzione. “Abbiamo iniziato per divertimento e continuiamo a farlo” ripetono come un mantra i ragazzi e, a guardare i loro video e anche il film, non c’è motivo di pensare che sia una bugia ma c’è, più che altro, motivo per essere preoccupati del fatto che stiano credendo troppo a una fatua promessa di notorietà destinata ben presto a essere spezzata. (Segui su melty il dossier Festival di Roma 2015)

Crediti: Lucky Red, web