Fabi Silvestri Gazzè: Il padrone della festa - la recensione

Fabi Silvestri Gazzè
Ecrit par

“Il padrone della festa”, primo album di inediti del trio Fabi Silvestri Gazzè, è uscito martedì 16 settembre 2014 ed è già ai primi posti delle classifiche. Qual'è il segreto del loro successo? Leggi la recensione su melty.it!

“Cambiando cambiando prospettive cerco di capire il verso giusto, il giusto slancio per ripartire”, cantano così Fabi Silvestri Gazzè in Life is Sweet, il primo singolo del loro nuovo album Il padrone della festa, uscito martedì 16 settembre 2014 per Sony/Universal Music. Sembra proprio che il trio abbia trovato non solo il verso giusto, ma quello migliore possibile per ripartire, o meglio, per partire con questa nuova esperienza! Diventa quasi banale ripetere la storia che li ha condotti fino ad oggi: il loro debutto a Il Locale, storico club in Piazza del Fico a Roma, l'amicizia che li lega da anni, le tre brillanti carriere da solisti e poi l'idea che li ha spinti ad unirsi per una nuova avventura insieme, ed infine Il padrone della festa, raccolta di dodici brani inediti intensi e delicati, sintesi non solo di tre percorsi artistici ma di tre vite. Tanti paragoni sono stati fatti in merito al progetto e al lavoro del trio Fabi Silvestri Gazzè: dal famoso Volume 8 di De Andrè, album nel quale Francesco De Gregori collaborò attivamente alla stesura dei testi e delle musiche insieme a Faber, a Banana Republic, il leggendario tour che riportò la musica live negli stadi italiani grazie a Lucio Dalla e lo stesso De Gregori.

Altri articoli su Fabi Silvestri GazzèFabi SIlvestri Gazzè: Le date del tour 2014Fabi, SIlvestri, Gazzè : 'L'amore non esiste', secondo singolo estratto e date del tourFabi, Silvestri, Gazzè: Il primo live a Roma

Senza dubbio il cantautorato italiano non vedeva una collaborazione così complessa e ben riuscita da tempo. I tanti featuring che oggi vendono molto sul mercato discografico non hanno nulla a che vedere con il progetto di Fabi Silvestri Gazzè. Il padrone della festa non nasce da un singolo cantante che chiede collaborazione o pensa ad un altro artista per arricchire la propria composizione. L'album è stato pensato, scritto e viene cantato da tre menti, tre mani e tre voci. Nessuno dei brani colpisce chi ascolta per un ritmo travolgente che si fissa in testa. I testi sono il vero cuore dell'album. I temi trattati sono i più differenti, dall'amore, che sicuramente domina sugli altri, alla vita, vero filo conduttore de Il padrone della festa. Le musiche, rispettando la caratteristica che accomunava i tre anche nelle loro carriere da solisti, sono infatti composte da mix di strumenti che accompagnano le parole e le mettono in risalto senza mai fare violenza al testo. A partire dal 25 aprile scorso l'album è stato anticipato da due singoli: Life is Sweet e L'amore non esiste. Quali sono gli altri brani de Il padrone della festa ascoltare assolutamente? melty.it li ha scelti per voi.

Alzo le mani

Fabi Silvestri Gazzè “non suoneranno mai così”. Ci sono ricordi, momenti nella vita, attimi, frammenti di quotidianità che non possono essere riprodotti dalla musica e neanche dalle parole: “Il telefono che squilla quando lo aspetti. Le dita di mio padre sulla sua Olivetti. Il cannone del Gianicolo a mezzogiorno. La serratura, al tuo ritorno.” Questa canzone può essere pensata come un manifesto dei limiti degli artisti. Fabi Silvestri Gazzè sono consapevoli del loro ruolo, ma sono altrettanto coscienti che ci sono segni profondi che la vita ha lasciato nelle loro esperienze, così come in quelle di tutti. Si tenta spesso di raccontare i nostri ricordi, ma nessun suono o parola può arrivare in aiuto e riprodurli esattamente uguali.

Arsenico

“Fossi il Dio del tempo Io lo inchioderei proprio nel momento in cui tu vestita di tempesta non ti ho vista più”. Se con L'amore non esiste la forza dell'amore riusciva ad andare oltre ai cliché della gente, il sentimento amoroso cantato in Arsenico lascia un retrogusto amaro in bocca. Un ritmo lento e cadenzato accompagna l'onestà, le ferite e la fine di una storia.

Canzone di Anna

“Anna che sorride a tutti, Anna infondo come sta? ”. Canzone di Anna descrive una figura femminile in cui molte si possono rispecchiare o che tanti hanno conosciuto. Donna amata o amica che sia, la ragazza descritta da Fabi Silvestri Gazzè rappresenta la fragilità, le contraddizioni e i dubbi personali di fronte al mondo e agli altri: “Anna ha bisogno di essere amata, per quello che ancora non è e regala se stessa nella speranza, che qualcuno poi la convincerà”.

Crediti: Cosimo Lanzo, melty.it, Fabi SIlvestri Gazzè, Youtube