Exodus: Il kolossal con Christian Bale annuncia grandi polemiche

Exodus Christian Bale
Ecrit par

Cresce l’attesa per Exodus-Gods and Kings di Ridley Scott, anche per una serie di polemiche di carattere razziale che accompagnano la pellicola e delle dichiarazioni su Mosè da parte di Christian Bale che hanno mandato su tutte le furie i cattolici!

Exodus arriverà in Italia solo a metà gennaio, ma il nuovo kolossal di Ridley Scott sta già seminando polemiche dovunque. Se il regista de “Il gladiatore” può godersi l’ennesimo successo al botteghino, ottenuto ai danni del quotatissimo Mockingjay, il merito è sicuramente in parte dovuto alle controversie che accompagnano la pellicola, che, come sempre in questi caso, hanno incuriosito ancora di più gli spettatori. La critica maggiore mossa ad Exodus riguarda le scelte del cast: nonostante i personaggi siano tutti di etnìa egiziana ed ebrea, gli attori scelti sono quasi tutti caucasici. La questione ha assunto rilievo ancora maggiore a causa delle parole di Rupert Murdoch, capo della NewcCorp, che nel disperato tentativo di difendere le proprie scelte, ha aggravato ulteriormente la situazione: “Il cast principale di Exodus, ossia gli attori che interpretano re, profeti e regine, come Christian Bale e Sigourney Weaver sono bianchi, ma i servi e i comuni cittadini sono interpretati da attori neri”. Tali affermazioni hanno quindi messo in luce una politica hollywoodiana se non volontariamente, almeno subconsciamente razzista, che ha avuto come conseguenza una vera e propria campagna di boicottaggio del film.

Exodus: Il kolossal con Christian Bale annuncia grandi polemiche

Le controversie non si fermano comunque al solo aspetto sociale e razziale della vicenda, ma vanno a toccare, come ovvio in questi casi, anche temi di carattere religioso. Christian Bale, attore tra i più influenti del momento, ma certamente non uno che ha peli sulla lingua, non si è dovuto sforzare molto per aizzare i credenti americani: “ Mosè era uno schizofrenico, oltre che uno degli individui più barbari di cui abbia mai letto in vita mia” ha fatto sapere ad Hollywood Reporter. Non contento, l’attore ha rincarato la dose in un’intervista rilasciata alla ABC: “Mosè è visto come un combattente per la libertà dagli Ebrei, ma come un terrorista dagli Egiziani. Cosa gli sarebbe successo se fosse vissuto oggi? ”. Affermazioni che hanno ovviamente scatenato un putiferio, anche perché la pellicola, più che limitarsi a dare una versione fedele del racconto biblico, come già successo con il kolossal di Cecil B. De Mille, cerca di inquadrare l’uomo Mosè con le sue debolezze e i suoi timori e più che gli Egiziani, pare, il vero villain del film sarà proprio il terribile e vendicativo Dio dell’antico testamento. Chissà cosa penseranno in Vaticano…

Crediti: Youtube, web