Euro 2016: Italia-Azerbaijan 3-1 (video highlights)

Gli azzurri esultano per il gol di Darmian all'Azerbaijan
Ecrit par

L'Italia si è qualificata per gli Europei 2016 grazie alla vittoria sull'Azerbaijan. In gol Eder, El Shaarawy e Darmian. Martedì c'è la sfida con la Norvegia per il primo posto.

L'Italia si è qualificata con una giornata d'anticipo agli Europei 2016. Decisiva la vittoria a Baku con l'Azerbaijan per 3-1, con le reti di Eder, El Shaarawy e Darmian. La prossima gara con la Norvegia (gli scandinavi hanno battuto Malta) in programma martedì allo Stadio Olimpico di Roma decreterà il primo posto del girone e quindi le teste della fase finale che si terrà in Francia dal 10 giugno al 10 luglio 2016. Niente da fare invece per la Croazia, impegnata stasera con la Bulgaria. I croati dovranno passare da play-off per accedere alla fase finale del massimo torneo continentale per nazionali. Cronaca della partita. Conte schiera gli azzurri con un 4-3-3 con Buffon tra i pali; Darmian, Bonucci, Chiellini e De Sciglio in difesa; Candreva, Verratti e Parolo a centrocampo; El Shaarawy Eder e Pellè in attacco. Gli azeri scendono in campo con un 4-5-1 molto difensivo scelto da Prosiinecki: Agayev; Medvedev, Huseynov, R. F. Sadygov, Dashdemirov; Ismayilov, Eddy, Garayev, Amirguliyev, Nazarov; Gurbanov. La partita è iniziata subito bene per gli azzurri. All'11' Verratti lancia Eder sul filo del fuorigioco e con tocco preciso l'attaccante infila Agayev sotto le gambe. E' il gol del vantaggio, che invece di spingere i ragazzi allenati da Conte li fa sedere e aspettare.

Alla mezz'ora Chiellini e Bonucci pasticciano al limite dell'area e Nazarov infila Buffon con un rasoterra a fil di palo. E' un pareggio immeritato per quanto si è visto in campo ma la tensione era già da diversi minuti. Prima della pausa però gli azzurri si riportano in vantaggio. Eder lancia Candreva in area: l'esterno della Lazio invece di calciare rimette in mezzo per l'accorrente Stephan El Shaarawy, che con un tocco facile a porta vuota sigla il 2-1. Nella ripresa è sempre un monologo italiano, con gli azeri schiacciati nella propria metà a campo a difendere la porta. Al quarto d'ora ci potrebbe essere di nuovo gloria per Eder ma il suo pallonetto su Agayev in uscita è salvato sulla linea dalla provvidenziale rovesciata di Sadygov. Il 3-1 è solo rimandato perché arriva cinque minuti dopo. Darmian ruba palla sulla trequarti a Nazarov e con una bella conclusione dai 22 metri batte l'estremo difensore azero. Nel finale c'è il tempo anche per il 4-1 ma Giovinco prima viene fermato da Huseynov (espulso per fallo da ultimo uomo) e due minuti dopo dalla traversa sul tiro a giro.

Crediti: web , ansa