Enel Brindisi-Dinamo Sassari 76-74, analisi e highlights

Sconfitta-beffa per la Dinamo Sassari
Ecrit par

Nella terza giornata di ritorno della Serie A di basket, l'Enel Brindisi batte la Dinamo Sassari 76-74 con una grande rimonta nell'ultimo quarto. Protagonisti Mays e Pullen. Guarda il video highlights.

Si sono gentilmente concesse due quarti ciascuna, ma alla fine una delle due doveva vincere. E alla fine, tra Enel Brindisi e Banco di Sardegna Sassari, a godere sono i pugliesi, bravi ad approfittare del calo di tensione di Sassari nell'ultimo quarto e a dare le zampate decisive nelle battute conclusive. Su tutti Jacob Pullen, autore della magia a fil di sirena che vale la partita (finale 76-74). Vista l'importanza della gara entrambi i coach “forzano” gli acciaccati, e Piero Bucchi ottiene subito buoni riscontri da James Mays in un avvio incoraggiante che si rivelerà profetico. Nelle file ospiti, però, Rakim Sanders non ci mette molto a scaldarsi, e la Dinamo riesce a chiudere in vantaggio la prima frazione. Nella seconda emergono i limiti offensivi delle due squadre, in particolare l'eccessiva dipendenza dal tiro da fuori (alla fine 9/31 e 9/33 rispettivamente), e il ritmo dei canestri rallenta permettendo a Marcus Denmon e compagni di mettere il naso avanti prima dell'intervallo (41-38).

Enel Brindisi-Dinamo Sassari 76-74, analisi e highlights

All'inizio della ripresa, a Sanders si aggiunge l'ex di turno Jerome Dyson, e Sassari mette la freccia con un parziale che sembra poter essere determinante: i sardi toccano anche il +13 con una schiacciata di Shane Lawal, e Brindisi, apparentemente incapace di reagire, si ritrova sul -11 alla terza sirena. A quel punto, però, ecco rispuntare il “Mister Hyde” che talvolta si impadronisce degli uomini di Meo Sacchetti: la Dinamo smette di giocare e si mette a sparacchiare da tre, riuscendoci solo all'inizio del quarto ma rimanendo poi a secco per diversi minuti. Dall'altra parte Mays spadroneggia, e quasi da solo (con una sorprendente precisione anche dalla lunetta) trova prima il pareggio e poi il sorpasso. Sassari trova a sua volta il pareggio con Brian Sacchetti, ma gli arbitri non fischiano l'interferenza a canestro e allora tocca a David Logan, dopo un provvidenziale recupero, ristabilire l'equilibrio dalla lunetta, lasciando l'ultimo tiro ai padroni di casa. È Pullen a congelare la palla, e quando sembra che l'abbia ormai irrimediabilmente “surgelata”, con la difesa ospite concentrata a negargli un tiro da fuori, l'americano riesce a incunearsi tra i difensori in ripiegamento al centro dell'area segnando in acrobazia il layup che vale la vittoria. Con poco più di un secondo sul cronometro, infatti, Logan non riesce a fare il miracolo, e il PalaPentassuglia esplode di gioia per una vittoria che, in queste condizioni fisiche e contro un avversario di lunghe battaglie come la Dinamo, vale molto di più dei due punti in classifica. Uno stop che brucia moltissimo, invece, per i sardi, che devono però incolpare solamente se stessi e cercare di convogliare le energie nervose sulla decisiva sfida di Eurocup contro il Banvit.

>>> STATISTICHE E ALTRI HIGHLIGHTS

Crediti: Legabaket TV, Archivio web, New Basket Brindisi