Emma Morton: "Fedez e Morgan hanno litigato per me a X Factor"

Emma Morton a X Factor 8
Ecrit par

Emma Morton si è confidata con melty.it in un’intervista esclusiva dopo l'esperienza a X Factor 8. La cantante ha parlato del suo percorso e dell’importanza del talent per la sua crescita. E su Fedez e Morgan ha detto che...

A pochi giorni dalla finale di X Factor 8, che ha visto trionfare in finale Lorenzo Fragola, Emma Morton ha concesso a melty.it un’intervista esclusiva attraverso la quale ha ricostruito il suo percorso al talent show di Sky Uno. Per la cantante scozzese la partecipazione a X Factor 2014 ha significato molto: le ha permesso una crescita personale e musicale molto importante e le ha dato una visibilità che diversamente non sarebbe riuscita a ottenere. Quanto all’eliminazione inaspettata (e per certi versi insensata) a un passo dal traguardo, Emma Morton ha fatto capire di averla presa con filosofia, per non rovinare il bel ricordo di questa esperienza televisiva e musicale.

Emma, non ti sei sentita un po’ vittima delle strategie dei giudici? Morgan e Fedez hanno provato a chiarire le motivazioni della tua eliminazione? Non ho pensato più di tanto alle loro motivazioni, di sicuro entrambi hanno avuto i loro motivi per eliminarmi. Onestamente non credevo di uscire in quel momento, ma dopo che è successo non ho voluto pensarci più di tanto, perché non ho voluto viverla male. Per me X Factor è stata un’esperienza importantissima, mi è servito a migliorare la mia tecnica e le mie competenze musicali; inoltre mi ha dato la visibilità che cercavo e quindi sono molto contenta del mio percorso. Durante la finale di X Factor (andata in onda giovedì 11 dicembre, ndr) ho avuto modo di parlare con Fedez. Mi ha confessato che era arrabbiatissimo per la mia eliminazione, perché credeva sin dall’inizio che avrei vinto io il talent. Mi ha detto che era convinto Morgan mi salvasse ed è stato molto contrariato per la sua decisione. Difatti dopo hanno litigato per quello che era successo. Ma, ripeto, va bene così, sono contenta di aver fatto questa esperienza così importante.

Emma Morton: "Fedez e Morgan hanno litigato per me a X Factor"

Durante il tuo percorso a X Factor hai interpretato diversi brani. Qual è l’esibizione che non dimenticherai? Sicuramente ‘Strange Fruit’. È una canzone molto difficile per la TV, molto scomoda, perché mette la gente a disagio per quello che racconta. Per me è stata una sfida, perché poteva non essere capita e invece è stata apprezzata molto. Ne sono stata felice ed è l’esibizione che porterò nel cuore.

Com’è nato il singolo 'Daddy Blues' e com’è stato salire sul palco dell’X Factor Arena con il tuo compagno Luca Giovacchini? Ammetto che ‘Daddy Blues’ non è un brano che avrei portato sul palco di X Factor, perché avrei preferito proporre un sound più elettronico e ‘moderno’. Io vorrei fare dischi e incidere musica elegante e vintage ma reinterpretata in chiave moderna, più elettronica. Le canzoni che mi ha assegnato Mika a X Factor non andavano in questa direzione e col mio inedito non volevo allontanarmi troppo dal percorso che mi stava facendo fare Mika, quindi ‘Daddy Blues’ – che ho iniziato a comporre in estate – mi sembrava un buon compromesso. Mi considero una cantante moderna, anche se mi sono esibita spesso su pezzi non moderni. Cantare ‘Daddy Blues’ è stata una liberazione per me, considerato il tema che il brano affronta. Salire sul palco con Luca è stato bellissimo, perché lui fa parte della mia vita intima e musicale e condividere con lui quel momento è stata una grande emozione.

Emma Morton: "Fedez e Morgan hanno litigato per me a X Factor"

A gennaio ti esibirai nel tuo primo grande concerto. Hai già dei progetti musicali in cantiere? Ho vari concerti in ballo, anche prima di quello di gennaio, ma certamente quello a Castelvecchio Pascoli in provincia di Lucca sarà il più importante per me, anche perché è nella mia zona (i biglietti sono acquistabili su Bookingshow, ndr). Dei progetti futuri non posso ancora parlarne, ma attualmente sto lavorando e scrivendo musica.

Alla luce di quello che è successo, consiglieresti a un giovane cantante esordiente un’esperienza in un talent? Fino a poco tempo fa avrei sconsigliato a un giovane un talent show, perché sono sempre stata contraria a programmi del genere. Poi, però, mi sono accorta che rifiutavo una realtà che ormai oggi ha preso piede. Non c’è più il sistema di un tempo: prima i produttori andavano alla ricerca di talenti sconosciuti, mentre oggi le case discografiche preferiscono evitare il lavoro di pubblicità a un nuovo cantante e quindi si servono dei talent perché vogliono artisti già conosciuti al grande pubblico. Io per anni ho cercato di proporre la mia voce e riscuotevo consensi quando mi esibivo nei locali della mia zona e di altre zone d’Italia: ma rimaneva un successo locale. Così ho cominciato a prendere in considerazione X Factor, perché ho capito che mi avrebbe dato quella visibilità che mi serviva per far sentire a tutti la mia musica. E sono stata sorpresa, perché puntata dopo puntata sono state fatte delle scelte musicali molto coraggiose. Quest’anno, in particolare, sono saliti sul palco tanti concorrenti che sono cantautori e che desiderano proporre la loro musica e cambiare almeno un po’ la scena musicale italiana. Penso a Madh, le cui canzoni hanno un sound internazionale assolutamente originale e nuovo per l’Italia; oppure allo stesso Lorenzo, che propone musica molto britannica. Ho percepito la voglia di cambiamento e mi fa piacere, perché per me nella musica italiana di oggi ci vuole qualcosa di più fresco, internazionale, e X Factor ha lanciato nuovi sound quest’anno: può fungere da incoraggiamento per i cantanti che si presenteranno l’anno prossimo. Poi ammetto che partecipare a un programma simile è anche faticoso, perché molto spesso bisogna mettere da parte la musica per dedicarsi a interviste, servizi fotografici e altre cose del genere e per me era una sofferenza a volte dover dare precedenza a questi aspetti più commerciali rispetto alla musica.

Emma Morton: "Fedez e Morgan hanno litigato per me a X Factor"

A proposito di musica italiana, che ne pensi delle scelte di Carlo Conti per Sanremo 2015? Ti piacerebbe un giorno partecipare al Festival? Sinceramente non ho ancora letto i nomi. So che ci sarà Lorenzo, ma gli altri non li conosco ancora. Sanremo fa parte della cultura italiana ed è un aspetto che sto ancora assorbendo. Io da piccola l’ho sempre associato a Tenco, a De Andrè, ai grandi cantautori italiani del passato, ma in tutta sincerità mi sembra che negli ultimi anni il livello sia scaduto notevolmente. Fui molto contenta della vittoria di Raphael Gualazzi nel 2011 (primo classificato nella categoria Giovani con ‘Follia d’amore’, ndr): la sua canzone mi piacque anche perché in quel periodo ero vicina a quel sound e allora mi dissi “chissà, forse un giorno...”. A me piacerebbe cantare in italiano, ma me lo stanno sconsigliando e dubito che al Festival accettino una canzone in inglese (ride). Ma se un giorno dovessi trovare il brano giusto per propormi a Sanremo, farei volentieri questa esperienza!

Crediti: Facebook - official page, Youtube, Archivio web, Caterina Salvi, Emma Morton Official Fan Club