Emma Marrone: "La Mia Città agli Eurovision 2014? Scelta azzardata!"

Emma Marrone - Finale - Eurovision 2014
Ecrit par

A margine della finale degli Eurovision Song Contest 2014, Emma Marrone dichiara di aver già pronto un album in spagnolo dal titolo "Espalda". Dopo il flop europeo, obiettivo Penisola Iberica? Leggi di più su melty.it.

Dopo il catastrofico flop agli Eurovision Song Contest 2014, Emma Marrone proverà a risollevare la sua reputazione fuori dall'Italia con un nuovo progetto discografico. Stando a quanto ha affermato quest'oggi - 11 maggio 2014 - a Radio24, la cantante salentina pubblicherà il prossimo 13 maggio un nuovo album interamente in spagnolo, "Espalda". Ai microfoni di Marta Cagnola, ha dichiarato: "Sono pronta all'esportazione! Ho un disco pronto per il mercato spagnolo che si chiama Espalda... È un album registrato tutto in spagnolo. Non ho mai studiato spagnolo ma lo canto divinamente! Non lo dico per presunzione [...] Mai studiato e parlato lo spagnolo ma lo canto come fosse l'italiano! ". A conferma di questo, aggiunge: "Ho registrato tutto il disco in soli due giorni".

Emma Marrone ha avuto modo di commentare anche la scelta - forse un po' azzardata - di portare in concorso "La mia città", un brano totalmente in italiano e dal ritmo rockeggiante: "Ho fatto una scelta azzardata. Con un pezzo melodico avrei potuto tirar fuori molto di più la voce, come hanno fatto i miei colleghi. Azzardata anche perché ho scelto di cantare in italiano: essendo un pezzo molto figo, in inglese sarebbe stato apprezzato meglio dalle altre nazioni. Forse avrei dovuto pensare meno all'Italia e più a me stessa... Sono patriottica ed irriducibile: ho portato una canzone che rappresenta il bel canto e che in Italia ci sono ragazzi e donne con le palle".

Una rapida dichiarazione viene rilasciata anche sulle criticatissime scelte relative alle sue movenze sul palco degli Eurovision 2014: "Ho avuto solo tre minuti per raccontarmi. Tre minuti bastano ed avanzano: sono riuscita a ficcar dentro quello che sono sempre stata. Dalla mia coerenza al modo di gestire il palco... Buttarmi per terra, strisciare: non sono cose pensate per l'Eurovision. Chi viene ai miei concerti sa che faccio cose ben peggiori...".

Fonte: Radio24 - 140 caratteri - Crediti: Eurovision.tv, Eurovision - YouTube