Emma Marrone: Elisa la oscurerà durante il serale di Amici?

Elisa ed Emma Marrone
Ecrit par

Emma Marrone, come lo scorso anno, sarà coach della squadra bianca durante il serale di Amici, ma questa volta non sarà sola: la presenza di Elisa si rivelerà troppo ingombrante?

Mai come quest'anno, il serale di Amici si prospetta davvero ricco di sorprese: a differenza della scorsa edizione, in cui le due squadre erano capitanate rispettivamente da Emma ed Elisa, questa volta i coach saranno quattro, e le due ex rivali si troveranno a guidare insieme il team Bianco contro i Blu di Nek e J.Ax, in una sorte di riedizione di 'maschi contro femmine'. La Marrone dovrà quindi collaborare con la Toffoli, verso la quale ha sempre dimostrato una grande ammirazione, ma se questa inedita alleanza tra donne fa felici molti, alcuni fan della salentina hanno lanciato un piccolo allarme, temendo che l'esperienza e le competenze della star di Trieste possano mettere in difficoltà la loro beniamina.

I fan di Emma Marrone sono infatti consapevoli delle numerose insicurezze che assillano la bionda tutto pepe della musica italiana, la quale, rispetto alla sua compagna di squadra, sconta una tecnica meno raffinata, un repertorio musicale più pop e meno impegnato e un'esperienza internazionale che si limita ad un deludente 21esimo piazzamento all'Eurovision 2014. L'ipotesi più papabile è che di fronte a queste differenze i cantanti della squadra bianca possano assumere Elisa come vero e proprio punto di riferimento musicale ed artistico, contando anche sul fatto che ha spesso prodotto e arrangiato da sola i suoi brani, e che quindi potrebbe essere una preziosa fonte di consigli anche nel caso in cui decidano di cimentarsi con dei brani inediti. A Emma, invece, potrebbe spettare unicamente il ruolo di 'motivatrice' e 'cuore' della squadra: più che per i consigli tecnici i ragazzi potrebbero rivolgersi a lei in caso di crisi personali e momenti di sconforto, che nella scuola di Amici, anche nell'edizione vinta dalla Marrone, non sono mai mancati.

Crediti: web