Emily Ratajkowski su Marie Claire: "La mia lotta contro il sessismo"

Emily Ratajkowski per DKNY
Ecrit par

In copertina insieme ad altre star per un'edizione speciale del magazine, la modella parla di femminilità e politica, mostrando di essere molto più di quello che appare.

Emily Ratajkowski fa parte di una delle "Fresh Faces" scelte da Marie Claire per il suo numero speciale. A maggio infatti ci saranno ben cinque covergirl: Aja Naomi King, Zoey Deutch, Alexandra Daddario, Janelle Moario e appunto la modella tutto pepe dalle origini polacche, scelte dal giornale perché "catturano lo spirito del momento". Soprattutto, perché non sono solo belle ma hanno anche qualcosa da dire. È stata la buona occasione per la 25enne fattasi conoscere con la partecipazione alla clip di Robin Thicke "Blurred Lines" per togliersi qualche sassolino dalle scarpe. Emily ha infatti un corpo straordinario e ne è consapevole al punto da esibirlo fieramente, anche senza veli. Questo fa di lei una top model molto seguita ma spesso fraintesa o vista limitatamente all'immagine che ne dà il suo corpo.

EMILY RATAJKOWSKI IN COPERTINA
Emily Ratajkowski
Emily Ratajkowski
Emily Ratajkowski per DKNY
Emily Ratajkowski per DKNY

Così su Marie Claire, oltre che posare tra pizzi bianchi e veli dal sapore etnico, Emily ha parlato del tono di sorpresa utilizzato nei suoi confronti quando si scopre che oltre al corpo c'è di più: "In ogni descrizione che mi riguarda si trova scritto 'È un sex symbol ma ne sa anche di politica'. Questo è già di per sé sessismo. Non si può essere l'uno e l'altro?". La Ratajkowski ci tiene a sottolineare le sue conoscenze e l'interesse nella politica che ad esempio la spinge a dare fiducia a Donald Trump come motore di cambiamento nel suo Paese. Come ha dimostrato in più occasioni con outfit non solo sexy, la modella porta avanti la battaglia delle donne che amano esprimere la propria femminilità e che rischiano di essere ridotte a tutte curve e niente cervello.

Crediti: Jacopo Raule, Getty Images, dailymail, instagram, marieclaire, instagram stories, budweiser, Steve Sands