Emilia Clarke e Daisy Ridley: Il confronto tra rivelazioni "action" del 2015

Daisy Ridley e Emilia Clarke sono le rivelazioni "action" del 2015
Ecrit par

Il confronto tra Daisy Ridley e Emilia Clarke, che con il loro lavoro su grande e piccolo schermo per Star Wars, Game of Thrones e Terminator sono la rivelazione "action" del 2015!

(a cura di Thomas Cardinali) - Il 2015 è stato un anno particolarmente importante dal punto di vista femminile (leggi le donne della nuova generazione britannica), dato che sono emerse due attrici più di tutte le altre: Daisy Ridley e Emilia Clarke si sono meritate di diritto il ruolo di rivelazioni per i loro lavori su grande e, per la seconda, anche piccolo schermo. La prima è stata scelta da J.J Abrams per interpretare Rey, la nuova eroina della saga di Star Wars, mentre la seconda ha ottenuto la prima nomination agli Emmy Awards della sua carriera per il ruolo di Daenerys Targaryen in Game of Thrones. Due donne di azione dunque, ma capaci anche di regalare splendidi dialoghi. Emilia Clarke è riuscita ad emergere finalmente anche sul grande schermo con il suo ruolo in “Terminator Genesys”, anche se la nuova saga è a rischio cancellazione per il flop al botteghino. Due donne di età diverse (23 anni Daisy Ridley, 29 Emilia Clarke), ma capaci di attuare una vera e propria rivoluzione: ora l’eroe è la donna, che si comporta da protagonista ed indipendente.

Daisy Ridley (leggi il paragone con Katniss di Hunger Games) è stata la sorpresa più lieta di Star Wars 7 (leggi la recensione del film) anche perché non aveva alcuna esperienza sul grande schermo, ma questa scelta di J.J Abrams è stata voluta: il cineasta americano ha riproposto la stessa operazione di George Lucas nel 1977, che scelse attori sconosciuti all’epoca per il suo Guerre Stellari (leggi l’editoriale sul box-office da record). L’evoluzione del personaggio all’interno della pellicola è stato si merito della scrittura di Abrams e dello sceneggiatore Lawrence Kasdans, ma anche dello splendido lavoro e naturalezza della giovane britannica che sin dalle prime uscite pubbliche si era mostrata pronta per un ruolo di questo tipo (leggi la sua intervista esclusiva). Daisy Ridley ha mostrato una maturità superiore ai suoi 23 anni e aspettiamo di vedere come evolverà ancora la sua Rey in Episodio VIII e di scoprire se potrà magari ripercorrere la carriera di Harrison Ford, oppure se si accontenterà di emulare Carrie Fisher con una carriera sottotono ma da perenne leggenda per il suo ruolo in Star Wars.

Emilia Clarke ha 15 cm in meno della più giovane collega, ma una fama ormai planetaria quindi è difficile parlare ancora di rivelazione. Probabilmente la vera sorpresa è stata vederla finalmente in un ruolo d’azione come quello di Sarah Connor sul grande schermo. Un nuovo inizio di carriera per l’attrice, che già in Game of Thrones quest’anno si era contraddistinta ulteriormente. Il nuovo Terminator è stato un flop, ma Emilia Clarke è stata una delle note più liete e le offerte per lavorare nuovamente a pellicole di questo tipo non mancheranno. Il 2015 è stato però anche un anno rivelazione dal punto di vista dell’immagine, dato che la britannica ha legato il suo nomealla maison Dior ed è stata eletta da Esquire come donna più sexy del mondo. La rivincita delle basse potrebbe dire l’attrice, che con Daisy Ridley ha in comune la voglia di continuare a stupire nel 2016 con ruoli da protagonista.

Clicca mi piace alla pagina Star Wars Italia, Guerre Stellari e a Fatti di Cinema!


Crediti: Star Wars, Archivio web, web