Elezioni Europee 2014: Risultati in Europa

Junker, per ora nettamente in testa in tutta Europa
Ecrit par

Con le urne chiuse alle 23 si attendono i risultati definitivi di queste Elezioni Europee 2014. Secondo le prime proiezioni il Partito Popolare sarebbe in testa con 221 seggi, contro i 185 per i socialisti e i 129 per gli euroscettisci.

I primi Exit Poll per le Elezioni Europee 2014 danno un risultato netto e una vittoria ormai quasi certa del Partito Popolare Europeo e del suo candidato Junker. I seggi che andrebbero assegnati al suo schieramento sarebbero 212 contro i 185 sei socialisti guidati da Schulz. Boom degli euroscettici, con ben 129 seggi. Soprattutto in Francia risultato incredibile dell'estrema destra di Marine Le Pen, primo partito in Francia con il 26% dei voti. Boom per gli euroscettici anche in Gran Bretagna con l'Ukip al 30% e in testa ai sondaggi. Estrema destra per ora davanti anche in Danimarca con il 23%. Bene anche il CDU di Angela Merkel, ancora primo partito tedesco, mentre in Grecia è dato quasi per certo il trionfo della sinistra radicale di Tsipras e del suo Syriza. In Spagna calo per i popolari e per i socialisti, mentre in Portogallo, Svezia e Romani sono in testa i partiti di sinistra. L'affluenza è stata del 43,1%, in linea con quella di cinque anni fa. Su melty.it gli aggiornamenti in tempo reale. Intanto ecco i primi risultati delle Elezioni Europee 2014 e gli exit pool in Italia.

Altri articoli su Elezioni Europee 2014Elezioni Europee 2014: Perché votare il 25 maggioChi è Alexis TsiprasElezioni Europee 2014: Quando si votaElezioni Europee 2014: Risultati, Pd e Matteo Renzi al 40%, Movimento 5 Stelle 21%

Elezioni Europee 2014: Risultati in Europa
Ripartizione dei seggi al Parlamento Europeo (Proiezioni)
  • EPP 212
  • S&D 185
  • ALDE 71
  • GREENS/EFA 55
  • GUE/NGL 45
  • ECR 40
  • NA 40
  • EFD 36
  • Altri 67
Risultati in ogni Paese in base a scrutini, sondaggi e exit pool
  • Austria - Partito popolare (centrodestra)
  • Bulgaria - Gerb (destra)
  • Cipro - Raduno democratico (centrodestra)
  • Croazia - Unione democratica croata (centrodestra)
  • Danimarca - Partito del popolo danese (estrema destra)
  • Finlandia - Partito della coalizione nazionale (destra)
  • Francia - Front national (destra)
  • Germania - Cristianodemocratici (centrodestra)
  • Grecia - Syriza (sinistra)
  • Irlanda - Sinn Féin (sinistra)
  • Italia - Partito democratico (centrosinistra)
  • Malta - Partito laburista (centrosinistra)
  • Paesi Bassi - Cristianodemocratici (centrodestra)
  • Polonia - Piattaforma civica (centrodestra)
  • Portogallo - Partito socialista (sinistra)
  • Romania - Coalizione di centrosinistra
  • Regno Unito - Ukip (centrodestra)
  • Spagna - Partito popolare (centrodestra)
  • Svezia - Partito socialdemocratico (sinistra)
  • Ungheria - Fidesz (destra)
Austria: Davanti i Popolari

In Austria l'Oevp (il Partito Popolare) avanti con il 27,5% dei voti, i social democratici sono al 23,8, i Verdi al 10%. Ma è grande trionfo per gli euroscettici di destra del Partito delle Libertà al 19%.

Belgio: Alleanza Neo Fiamminga al 18%

Con l'86% di sezioni scrutinata in Belgio trionfa per ora Alleanza Neo Fiamminga al 18%, tallonata da Cristiano-Democratici al 13,8% e Socialisti al 9%.

Bulgaria: Conservatori al 28,6%

Davanti, quasi al 30% i conservatori di Gerb, seguiti dai socialisti al 19,8%

Cipro: Trionfa il Centro-destra

Risultati definitivi a Cipro con la vittoria definitiva del centrodestra - già al governo del Paese - con il 37% dei voti. I comunisti secondi con il 26% dei consensi.

Croazia: Vince l'Unione Democratica Croata

In Croazia i risultati sono quasi definitivi, a vincere è l'Unione Democratica Croata, partito di centrodestra

Danimarca: Vince e cresce l'estrema destra

I danesi hanno scelto ancora una volta il partito di estrema destra Danish People Party, che trionfa con il 23,1% dei voti, 8 punti in più rispetto alle Europee del 2009. Secondi i socialisti al 20,5%.

Estonia: Vittoria dei Riformisti

Nel piccolo stato oltre il 24% per i riformisti, tallonati dal Partito di Centro con il 22,3%

Finlandia: Vince il Parito della Coalizione Nazionale

I finlandesi confermano la loro fiducia al Governo del Paese. Il partito di centrodestra ottiene il 22% dei voti, seguito dal partito di centro con il 20%. Nazionalisti al 13%.

Francia: Terremoto Le Pen

Gli exit pool dovranno ancora essere confermati dagli scrutini, ma davanti a tutti ci sarà quasi sicuramente il Front National di Marine Le Pen con il 25%, seguita da UMP al 20% e dal PS al 14,7%. Il partito del presidente Hollande sarebbe, in questo modo, la terza forza del Paese. Già iniziate le prime dichiarazioni post-voto, con Le Pen che già chiede di indire quanto prima nuove elezioni.

Germania: Conferma Merkel

Come da copione la Germania ha scelto ancora Angela Merkel. Il suo CDU-CSU ha ricevuto un ottimo 36%, seguito dalla SPD con 27,5%, e dai Verdi al 10,5%.

Grecia: Tsipras domina

Gli ultimi exit pool e i primi scrutini vedono Syriza di Tsipras nettamente in testa, al 26%, seguito da vicino dal centro-destra al 23%

Irlanda: Popolari e Liberali alla pari

Il partito popolare Fine Gael e quello liberale Fianna Fail sono, secondo gli exit pool, entrambi al 22%. Dietro Sinn Fein (17%) e Verdi (6%).

Lettonia: Vienotiba al 46%

Vienotiba stravince al 46%, seguita dai conservatori di Alleanza Nazionale fermi solo al 15%.

Lussemburgo: Trionfo per Junker

IL Csv di Junker sbaraglia tutto con il 37% dei consensi, seguito dal partito di governo dei liberali al 14% e dai socialisti fermi all'11%.

Malta: La sinistra ha la maggioranza assoluta

Trionfo del Labour Party di centrosinistra al 53%, seguito dal Partito Nazionalista al 40%.

Paesi Bassi: Pareggio tra democratici e liberali

I cristiano-democratici del CDA e i liberali del D66, ottengono entrambi il 15% e 4 seggi in Parlamento. Calo per gli euroscettici del PVV al 12%.

Portogallo: Vittoria dei socialisti

In Portogallo i risultati definitivi vedono il trionfo del Partito Socialista che ottiene il 31% di voti. L'alleanza tra Partito Socialdemocratico e Partito Popolare ottiene il 27%.

Regno Unito: Sorpresa euroscettica

Vittoria sorprendente per Nigel Farage e il partito euroscettico di Ukip che stravincono con il 31%. Ottengono il 24% i conservatori; 23% i laburisti; 8% i Verdi; 7% i Liberali.

Repubblica Ceca: Equilibrio assoluto

Tutti veramente vicini i partiti candidati in Repubblica Ceca. I dati ufficiosi vedono in testa il partito filoeuropeo TOP 09 che ottiene il 18%, il Partito Socialdemocratico Cssd del premier Bohuslav Sobotka è invece al 17%, mentre il movimento euroscettico populista ANO al 15,5%.

Slovacchia: Socialdemocratici in testa

Risultati ancora non definitivi che vedono davanti il partito socialdemocratico di governo al 24%, seguito dal Movimento Cristiano Democratico al 13,21%.

Spagna: Partito Popolare in calo

In Spagna vince il centrodestra del Partito Popolare con il 26%, risultato molto inferiore alle aspettative. Male anche il Partito Socialista, fermo al 23%. Sorpresa per La Izquierda Plural, al 10%.

Svezia: Vince l'opposizione

Le proiezioni dicono che ha vinto il partito socialdemocratico, che nel Parlamento nazionale è all'opposizione, con una percentuale che si aggira intorno al 23,7%. Secondi i Verdi con il 17,1% e solo terzo il Partito Moderato di centrodestra attualmente al governo (13%).

Crediti: web , Archivio web