Egitto: Morsi, il video del discorso "Pronto a morire"

L'Egitto vicino alla guerra civile
Ecrit par

L'Egitto è sull'orlo del colpo di Stato. A poche ore dalla scadenza dell'ultimatum dell'esercito, che ha già preparato una road-map per il dopo-Morsi, il Presidente passa al contrattacco: non lascio, sono pronto a morire. Il video.

Mohamed Morsi parla per la prima volta alla tv egiziana, comunicando al Paese la propria volonta di non arretrare di un millimetro: "Sono io il leader legittimo, lotterò fino alla fine. La libertà è più preziosa della vita (…) Continuerò a dirigere il paese, in qualità di primo Presidente eletto democraticamente. Occorre difendere la Costituzione dai nemici interni ed esterni", ha esclamato il leader egiziano. Morsi, esponente di spicco del partito Libertà e Giustizia (braccio politico del movimento islamista dei Fratelli Musulmani), già ieri aveva rispedito al mittente l'ultimatum delle forze armate, che gli intimavano la ricerca di un accordo con l'opposizione (che ha nominato Mohamed el-Baradei, Premio Nobel per la Pace 2005, come suo portavoce). Il discorso di Morsi irrompe in un contesto di accerchiamento nei suoi confronti: alle richieste di dimissioni del Fronte di Salute Nazionale si è aggiunta la "censura" della comunità internazionale: il Presidente Usa Barack Obama ha chiesto al Capo di Stato arabo di "seguire l'orientamento del popolo". Nel frattempo, l'aut-aut dell'esercito scade questo pomeriggio alle 17: si teme un rovesciamento manu militari del governo, con la guida dell'esecutivo affidata ad un consiglio di transizione e la stesura-lampo di una nuova Carta costituzionale. Il generale al Sisi ha formalmente invitato il Presidente a lasciare, "per evitare di perdere altre vite".

Egitto: Morsi, il video del discorso "Pronto a morire"

Intanto, non si fermano le violenze di piazza al Cairo. Piazza Tahrir, da simbolo della Primavera Araba in Egitto nel 2011, si è trasformata in teatro di aggressioni fisiche ai danni delle manifestanti, in particolare le donne. Human Rights Watch ha registrato ben 91 episodi di molestie (in molti casi veri e propri stupri) verificatisi nei luoghi della protesta. L'Organizzazione non governativa di New York ha peraltro denunciato il "disinteresse" del governo egiziano nei riguardi di queste violenze, che hanno coinvolto persino alcune giornaliste straniere. Dall'inizio degli scontri le vittime sono ormai salite a 16, secondo i dati forniti dal Ministero della Salute. I sostenitori di Morsi hanno inoltre annunciato di essere pronti al martirio, attraverso l'occupazione delle vie della capitale, per rispondere all'offensiva degli oppositori di Morsi. Con le forze di polizia che hanno ufficialmente annunciato di non intervenire negli scontri tra legalisti e contestatori, è ormai clima da guerra civile.

Il popolo chiede le dimissioni di Morsi
Il popolo chiede le dimissioni di Morsi
egitto morsi video discorso
Il popolo chiede le dimissioni di Morsi
Egitto - Piazza Tahrir, da speranza a
Il popolo chiede le dimissioni di Morsi
Egitto - Mohamed Morsi
Il popolo chiede le dimissioni di Morsi
Crediti: Archivio web, franceinfo.fr, melty.fr, web , Youtube