Dinamo Sassari: Analisi del girone di Eurocup

Kyle Kuric del Gran Canaria vola a schiacciare contro Cantù
Ecrit par

Eliminata dall'Eurolega, la Dinamo Sassari giocherà la seconda fase dell'Eurocup 2014/2015. Ecco chi sono le avversarie del gruppo H, Gran Canaria, Banvit Bandirma e Buducnost Podgorica.

Anche se il modo in cui è avvenuta (in particolare nelle partite contro il Nizhny Novgorod) ha lasciato parecchio amaro in bocca al popolo biancoblù, non si può certo dire che l'eliminazione della Dinamo Sassari alla prima fase dell'Eurolega 2014/2015 fosse così imprevedibile. E' vero, con un po' più di astuzia e concentrazione gli uomini di Meo Sacchetti avrebbero potuto compiere l'impresa della qualificazione alle Top 16, o almeno rimanere “in vita” fino all'ultima giornata, ma il girone A si è rivelato più ostico di quanto si potesse pensare, e il Banco di Sardegna non è riuscito ad andare oltre la bella vittoria sullo Zalgiris. Non tutti i mali, però, vengono per nuocere, e ora Manuel Vanuzzo e compagni avranno l'opportunità di rituffarsi in una coppa europea, l'Eurocup, che, pur se inferiore all'Eurolega per prestigio, seguito e posta in palio, è probabilmente più adatta al livello attuale della Dinamo e potrebbe essere fonte di non poche soddisfazioni.

Dinamo Sassari: Analisi del girone di Eurocup

L'anno scorso finì agli ottavi di finale contro l'Alba Berlino, ora capolista della Bundesliga e lanciata verso le Top 16 di Eurolega, ma chi sono le tre squadre con cui il Banco se la dovrà vedere per centrare almeno lo stesso traguardo nella stagione in corso? Certo la fortuna non è stata dalla parte dei sardi nel propinare loro l'Herbalife Gran Canaria, squadra di medio-alto livello del campionato spagnolo e unica imbattuta nella prima fase di Eurocup, complice Cantù che si è fatta travolgere sia all'andata che al ritorno. Come da tradizione del club di Las Palmas, la squadra affidata al decano Aíto Reneses è ricca di talento offensivo e atletismo, e ama praticare un basket a 100 all'ora che promette scintille nelle sfide contro la Dinamo. Ma il “Granca”, rispetto a Sassari, è decisamente più scafato in ambito europeo, e ha una panchina piuttosto lunga che, tra veterani come Albert Oliver ed Eulis Baez e giovani rampanti come Mouhamed Barro e Walter Tavares, non offre troppi punti di riferimento agli avversari nella preparazione delle strategie offensive e difensive.

Dinamo Sassari: Analisi del girone di Eurocup

Il compito di coach Sacchetti e del suo staff non sarà molto più agevole contro i turchi del Banvit Bandirma: è vero, il ruolino della squadra del serbo Zoran Lukic è tutt'altro che impeccabile in questa stagione, in campionato come in coppa, ma le 6 vittorie su 10 partite nell'ormai estremamente competitivo campionato turco non vanno sottovalutate, così come quelle (con record identico) conquistate nella prima fase di Eurocup in un girone impegnativo in cui figuravano anche il Partizan, il Lietuvos Rytas e l'Hapoel Gerusalemme. Trascinato dal talento di vecchie conoscenze del nostro campionato come E.J. Rowland (tra i migliori play della Serie A a Cremona dal 2009 al 2011) e Sammy Meija (funambolo visto a Capo d'Orlando nel 2007/2008), il Banvit ha brillato in particolare nella prima parte della stagione europea, raccogliendo tutte le vittorie nei primi 7 turni. Ultimamente ha palesato un'evidente flessione, ma proprio la voglia di riscatto, unita a un roster di tutto rispetto (da tenere d'occhio anche l'ala Chuck Davis e i lunghi Vladimir Veremeenko e Vladimir Dragicevic), rendono i verde-arancio un avversario estremamente pericoloso.

Dinamo Sassari: Analisi del girone di Eurocup

Ed eccoci alla terza avversaria della Dinamo nel girone H. Squadra materasso? Tutt'altro. Anche se il record della prima fase (3-7) potrebbe far pensare al Buducnost Voli di Podgorica come la squadra contro cui due vittorie sono assicurate (e in effetti così dovrà essere, se il Banco di Sardegna spera di passare il turno), in realtà i montenegrini, allenati da Igor Jovovic, dispongono di un organico che non potrà far dormire sonni tranquilli a David Logan e soci. Del resto, per avere conferme, non serve andare lontano: nella difficile Lega Adriatica, il Buducnost è l'unica squadra che è stata finora in grado di non farsi dare il fumo dalla Stella Rossa, seguita a distanza di due partite (12-0 contro 10-2) nella classifica del campionato balcanico. Merito anche qui di alcuni ex “italiani”, su tutti il grande passatore ex Milano Omar Cook (quasi 7 assist di media in coppa) e il lungo l'ex Roma Vladimir Dasic. In attacco molti problemi li risolvono le guardie J.R. Reynolds e Suhad Sehovic, ma come per il Gran Canaria è difficile definire delle chiare gerarchie, complici i diversi quintetti provati da coach Jovovic. Insomma, anche in questo girone la Dinamo non potrà permettersi difese leggere o blackout offensivi come quelli visti finora in coppa e – più recentemente – anche in campionato. Ma prendendola come un'opportunità e non come una scocciatura, l'Eurocup potrà fungere da molla per proiettare in alto Sassari anche in Serie A.

Crediti: Gran Canaria, Euroleague, Archivio web