Destiny: Rasputin, tutti i segreti della mente bellica

Destiny, Carte Grimorio, trama e segreti
Ecrit par

In attesa del prossimo DLC e di Destiny 2, in uscita nel 2017, avventuriamoci in un nuovo appuntamento con il "lore" dell'MMOFPS Bungie. Oggi è la volta di Rasputin, la misteriosa mente bellica.

Proprio quando Destiny sembrava condannato a morte prematura, i ragazzacci di Bungie sono riusciti a cambiare le carte in tavola, alzando il sipario su un futuro piuttosto luminoso per tutti i Guardiani della Torre. Non solo grazie al seguito diretto del gioco, in arrivo solo il prossimo anno, ma anche attraverso una nuova grande espansione, in uscita molto probabilmente a settembre (Destiny: Nuova grande espansione in uscita quest'anno, Destiny 2 nel 2017). Ci sarà molto da attendere, ma nulla ci vieta di fantasticare sull'universo dell'MMOFPS del momento, ritagliando un nuovo spazio al suo affascinante "lore". Grazie agli speciali di The Tower - portale di riferimento per la community italiana di Destiny -, oggi ci avventuriamo dunque alla scoperta di tutti i segreti di Rasputin, la misteriosa mente bellica.

Destiny, chi è Rasputin?
Destiny, chi è Rasputin?

Rsputin, come già sottolineato, è una mente bellica, vale a dire una avanzata Intelligenza Artificiale. Queste A.I. "vennero create durate l’Età dell’Oro per difendere il Sistema Solare, per questo motivo furono dotate di potenti armi e satelliti (i warsat) in grado di colpire i nemici dall’orbita dei vari mondi. Oltre a Rasputin, attivo principalmente sulla Terra, conosciamo un’altra mente ossia Charlemagne, che per il momento resta avvolta nel mistero. Rasputin quindi è il custode di tecnologie molto avanzate in campo militare e potrebbe averle usate contro l’Oscurità e non solo". Grazie al debutto del DLC "Il Re dei Corrotti" è possibile unire i pezzi della confusa trama di Destiny, scoprendo nuove ed interessanti informazioni su questo particolare "personaggio" presente nel gioco. A quanto pare, infatti, Rasputin avrebbe "previsto la partenza del Viaggiatore e, in qualche modo, è riuscito ad evitarla. Nella carta “Frammento di Spettro: Rasputin 5” si legge che Rasputin stesse preparando degli armamenti per bloccare una partenza imminente che avrebbe potuto causare l’estinzione degli Umani. La partenza di chi se non il Viaggiatore avrebbe potuto causare l’estinzione? Insomma la mente bellica, e non fantomatiche navi dell’Oscurità, potrebbe essere la responsabile di quelle vaste spaccature nella parte inferiore del Viaggiatore".

Assai complesso è poi il rapporto che intercorre tra Rasputin e i Guardiani, veri protagonisti e pilastri della narrazione di Destiny. "Man mano che i Guardiani cominciarono ad esplorare le lande del Cosmodromo si sparse la voce della presenza di una potente entità dagli intenti misteriosi che vegliava sull’Antica Russia, custodendo i segreti dell’Età dell’Oro. Alcuni Guardiani particolarmente avventurosi cercano di mettersi in contatto con essa e scoprirono che si trattava di Rasputin, la potente mente bellica. Cayde-6, l’attuale mentore dell’Avanguardia dei Cacciatori, tentò persino di entrare nel “cervello” di Rasputin connettendosi direttamente a lui; forse la connessione non riuscì al 100% tuttavia Cayde imparò alcuni trucchetti di Rasputin come, ad esempio, la tecnologia dell’occultamento. La mente bellica non era attiva solo sulla Terra ma anche sul pianeta Rosso, una cacciatrice, mentre esplorava Marte, fu testimone infatti di un bizzarro evento: durante la notte un gruppo di Vex e Cabal si stavano scontrando nella zona del Palazzo della Polvere quando improvvisamente una potente esplosione mise fine alla battaglia. Sul campo rimasero parti metalliche fuse e cadaveri inceneriti da un arma di grande potenza, Valus Ta’aurc, infuriato per la perdita di alcuni suoi soldati, ordinò agli Scuoiatori Psionici di indagare e di prendere il controllo del Palazzo della Polvere. Rasputin quindi è in grado di utilizzare i suoi letali armamenti e ciò fa sorgere una domanda: quali sono le sue intenzioni?". Una domanda dalle infinite risposte, che potrebbe trovare risposta nel sequel di Destiny solo nel 2017. Bungie riuscirà a mettere in piedi una storia godibile anche in-game?

Crediti: Bungie