Destiny: 3 motivi validi per abbandonare l'esperienza Bungie

Destiny non ha più nulla da dire?
Ecrit par

Destiny, MMOFPS di Bungie, è arrivato al capolinea? Su melty tre motivi per abbandonare la vostra carriera da Guardiani.

Abbiamo scoperto tutti i segreti del Giardino Nero, esplorato Volte di Vetro e distrutto divinità a colpi di affilate spade. Per poi essere chiamati a fronteggiare l'imponente Oryx, Re dei Corrotti in cerca di vendetta dopo la morte del figlio Crota. Da settembre 2014 ad oggi, Destiny è riuscito a calamitare l'attenzione di milioni di gamer in tutto il mondo - si parla di più di 25 milioni di account attivati (Destiny: 25 milioni di giocatori per la "stella" Bungie) -, permettendoci di diventare leggende e soprattutto di creare legami e amicizie negli affollati corridoi del web. Dopo migliaia di assalti, centinaia di Cala la Notte e ore ed ore investite in Raid e sfide Crogiolo, per tantissimi pare però che le avventure in Destiny siano... "destinate" a finire. Il futuro dell'MMOFPS di casa Bungie non è mai apparso così incerto come negli ultimi mesi: a fronte di eventi gratuiti come la Lega Gare di Astori, gli sviluppatori non hanno infatti alcuna intenzione di rilasciare nuovi DLC ed espansioni corpose.

E' questo il primo dei tre motivi che potrebbero "costringerci" ad abbandonare Destiny per sempre, o per lo meno in attesa dell'uscita di Destiny 2, prevista per settembre del 2016. Seconda motivazione è la cronica mancanza dell'effetto sorpresa. Ormai il titolo americano propone attività a conti fatti "inutili", come la Prigione degli Anziani o le prime due Incursioni, in cui i drop e le ricompense sono del tutto inadeguate al nuovo level-cap del gioco. Bungie al momento non ha alcuna intenzione di "rigenerare" La Fine di Crota, la Volta di Vetro e l'arena di Variks con luce potenziata, dunque i giocatori di Destiny paiono bloccati in un infinito loop, da cui neppure il Crogiolo e l'imminente Stendardo di Ferro riescono a distrarre.

Questo ci porta al terzo motivo: la scarsa personalizzazione dei personaggi. A fronte delle tantissime e splendide armature create dal team di sviluppo, la progressione di livello e luce porta inevitabilmente ad una sorta di appiattimento estetico per Cacciatori, Titani e Stregoni. Ad eccezione degli utenti più creativi, tantissimi sono i Guardiani simili tra loro, che riescono a differenziarsi solo per una manciata di shader. La voglia di brillare rispetto alla massa è tanta e potrebbe migliorare la longevità dell'esperienza di Destiny, ma alcune scelte paiono quasi obbligate se si vuole mantenere un personaggio competitivo ed equilibrato. Spazio allora a cloni a popolare la Torre e il sempre più inutile Atollo. Insomma, Destiny è stato per mesi e per chi vi scrive fonte di inesauribile divertimento, soprattutto in compagnia di un clan affiatato. Ad oggi corre sulla mia PS4 per inerzia, tra uno sbadiglio e l'altro, in una community italiana tra le più numerose ma anche tra le più scorrette, truffaldine ed acerbe mai viste prima. E voi cosa ne dite, avete voglia di abbandonare Destiny? Mentre ci pensate, sappiate che è in arrivo sulle pagine di melty un contro-speciale, in cui analizzeremo i 3 motivi per cui continuare a giocarci!

Crediti: Bungie