De Magistris sospeso da sindaco: 3 risposte sulla condanna all’ex magistrato

Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris
Ecrit par

Luigi De Magistris, dopo la condanna per abuso di potere emessa dal Tribunale di Roma, è stato sospeso dalla carica di sindaco di Napoli. Tre domande e tre risposte sul caso che vede imputato l’ex-PM di Catanzaro.

Perchè De Magistris è stato condannato?

Luigi De Magistris, attuale sindaco di Napoli ed ex-magistrato, è stato condannato lo scorso 24 settembre dal Tribunale di Roma per l’accusa di abuso di ufficio esercitato nel periodo dell’inchiesta “Why Not”. La famosa indagine avviata nel 2007, che per molti ha contribuito alla caduta del governo presieduto allora da Romano Prodi, la quale riguardava l'utilizzo scorretto di fondi pubblici della regione Calabria, vedendo la presenza tra gli indagati di Clemente Mastella, ex ministro della Giustizia. All’epoca delle indagini, quando era sostituto procuratore di Catanzaro, De Magistris avrebbe quindi esercitato pressioni per ottenere in maniera illeggittima i tabulati telefonici di alcuni parlamentari, senza aver prima ricevuto la necessaria autorizzazione. Per il sindaco di Napoli è stata emessa la sentenza di un anno e tre mesi di reclusione e l’interdizione dai pubblici uffici per un anno.

Altri articoli su 3 risposte suYara Gambirasio: 3 risposte sull’assassinioBerlusconi ai Servizi sociali: 3 risposte sulla pena da scontareGaza: 3 risposte sul conflitto tra Israele e PalestinaReferendum Scozia: 3 risposte sull’indipendenza

De Magistris sospeso da sindaco: 3 risposte sulla condanna all’ex magistrato
Perchè De Magistris è stato sospeso dalla carica di sindaco?

Luigi De Magistris è stato sospeso per l’applicazione della così detta legge Severino, approvata nel 2012 dal governo Monti. La legge prevede alcune disposizioni tra cui l’incandidabilità per chi ha subito una condanna definitiva maggiore di due anni di reclusione e, come in questo caso, la sospensione di 18 mesi dall’incarico di primo cittadino, per chi ha subito una condanna di primo grado. Proprio in questa categoria risiede il caso dell’ex PM. De Magistris non è il primo a subire le conseguenze di questo provvedimento, già il sindaco di Fasano, Lello Di Bari, e il Presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani, sono stati sospesi nei mesi scorsi dal loro incarico. A occuparsi della sospensione deve essere il prefetto della città, che come ha annunciato il 1 ottobre Angelino Alfano “ha già ricevuto comunicazione della sentenza e procederà agli adempimenti di legge per la sospensione del sindaco”.

De Magistris sospeso da sindaco: 3 risposte sulla condanna all’ex magistrato
De Magistris si dimetterà dalla carica di sindaco?

La risposta sembra essere un secco "no", almeno ascoltando le parole dello stesso De Magistris, che durante la puntata del 30 settembre del programma “di Martedì” condotto da Giovanni Floris su La 7, ha ripetuto in maniera veemente che non ha nessuna intenzione di dimettersi. Inoltre in queste ultime settimane avevano fatto scalpore le parole del sindaco, che, anche con un passato da magistrato, ha accusato duramente i giudici che avevano emesso la sentenza sostenendo: “Mi chiedono di dimettermi per questa condanna, ma guardandosi allo specchio e provando vergogna devono dimettersi quei giudici. Siamo di fronte a uno Stato profondamente corrotto”. E quindi evidente un netto cambio di posizione rispetto a quelle che erano state le sue convinzioni da Pubblico Ministero. Anche dopo l’annuncio della sospensione Luigi De Magistris ha commentato in maniera beffarda l’arrivo della sentenza, con un laconico “Salutamela”.

De Magistris sospeso da sindaco: 3 risposte sulla condanna all’ex magistrato
Crediti: web , Archivio web, Archvio web