Dargen D’Amico: ‘Essere non è da me’, in viaggio con il rapper   

Dargen D'Amico - D'iO
Ecrit par

In esclusiva su Radio Deejay c’è il nuovo video di Dargen D’Amico: ‘Essere non è da me’. Un viaggio in compagnia del rapper milanese, tra la solita ironia e una forte volontà introspettiva.

In anteprima sul sito di Radio Deejay c’è il video ufficiale di ‘Essere non è da me’, singolo estratto dall’ ultimo lavoro in studio di Dargen D’Amico: “D’iO”. Protagonista assoluto della clip – come lo stesso rapper sottolinea ironicamente nei titoli di coda – è solo e unicamente Dargen. Come un caro amico che torna da un lungo viaggio, l’artista milanese racconta le sue esperienze in giro per il mondo, filtrate dall’obiettivo di una telecamerina e dalle rime dell’ultima traccia dell’album: “Il magnetismo delle stelle crea l'attrattiva del volo/ l'egoismo di sbagliare tutto, da solo/ attori raffinati dai mali, ma sono tristi anche gli animali/ è l'ironia che rende umani”.

Dargen D’Amico: ‘Essere non è da me’, in viaggio con il rapper   

‘Essere non è da me’ ricalca alla perfezione il concetto espresso con il titolo del disco: Dargen D’Amico si lascia andare ad un profondo dialogo con la luna (o l’Una come precisa lui), dove il tema principale è l’inevitabile incontro/scontro tra il personale e l’universale, tra il singolo individuo e l’intero pianeta. “Prima di scrivere D'iO ho scelto coscientemente per la mia prima volta di riascoltare tutti i miei lavori precedenti. Volevo capirci qualcosa, volevo che D'iO fosse una mappa della summa.”

Il teaser di "Essere non è da me"

Il videoclip di “Essere non è da me” esprime, innanzitutto, la volontà di evitare i cliché propri del rap: il sesso, i macchinoni e le risse hanno decisamente stancato e Dargen D’Amico lo ha capito. Il videoclip nell’era dei social network deve essere un veicolo di contenuti interessanti, capaci di incuriosire il pubblico perché in grado di aggiungere un’informazione utile alla comprensione della canzone. Il rapper milanese, in questo senso, ci aiuta a conoscere tutte le esperienze vissute nell’ultimo anno e mezzo, periodo fondamentale per la stesura di “D’iO”. Un’idea tanto semplice quanto efficace: Dargen D’Amico ci coinvolge nella sua vita privata, trasformandci in suoi compagni di viaggio. La bassa qualità della clip, infine, lancia un messaggio chiarissimo: è fondamentale andare al di là del video stesso, impegnarsi a soppesare tutte le parole del testo, dal momento che sono proprio quelle a dar senso alle immagini scelte per “Essere non è da me”.

Crediti: web