Fedez, Dargen D'Amico, e il video di 'Bocciofili': Quando è troppo è troppo

Il videoclip Bocciofili
Ecrit par

E' online il videoclip di "Bocciofili", tormentone dell'estate del rapper Dargen D'Amico insieme a Fedez. Un video tutto seno e natiche, dalla volgarità eccessiva. melty.it presenta un punto di vista femminile: Bocciato. Pluribocciato.

(di Elena Bozzo) E va bene, farà pure clic. E ne farà pure tanti. E va bene, sarà pure il tormentone estivo, con quella nenia che entra in testa trapanando il cervello come se fosse normale andare in tv o in giro a cantare " fai come l'ortolano". E già ce lo immaginiamo il ritornello malefico intonato in gran coro a fine serata in discoteca nel momento in cui si cade inevitabilmente nel trash. Potrebbe essere la campanella della ricreazione per molti, occhio ragazze. Ma possibile che niente ormai abbia un limite? La canzone "Bocciofili" sembra il sinonimo palese del "non c'è limite al peggio". Un testo che farebbe rabbrividire qualsiasi donna con un minimo di dignità, un video incommentabile che rispecchia in pieno la volgarità del testo. Ci sarebbe da chiedersi se questo è quello che riescono a fare i nostri giovani italiani, figli del Bel Paese.

Il videoclip Bocciofili
Il videoclip Bocciofili
Dargen D'Amico - Il videoclip Bocciofili
Il videoclip Bocciofili
Dargen D'Amico - Il videoclip Bocciofili
Il videoclip Bocciofili
Dargen D'Amico - Il videoclip Bocciofili
Il videoclip Bocciofili
Dargen D'Amico - Fedez e D'Amico nel videoclip Bocciofili
Il videoclip Bocciofili

Insomma non riusciamo proprio a liberarci di questo alone di seni scoperti e natiche di fuori che sembra aver avvolto l'Italia da quache decennio a questa parte. D'altronde, ognuno ha quel che si merita, direbbe la saggezza popolare. E se questo è quello che i nostri si meritano non stupiamoci più di essere derisi dall'intera popolazione mondiale. Quello che si legge nei testi di questa musica italiana non si vede da nessun'altra parte. Forse a tenere testa e a fare concorrenza può essere l'inspiegabile fenomeno Psy col Gangnam Style. Ma persino il rapper statunitense di origine cubano-americana Pitbull che ama circondarsi di ragazze seminude e scosciate e mandare frecciatine provocanti nei testi delle sue canzoni non potrebbe reggere il confronto. Da qui, un appello: che qualcuno ritrovi la decenza italiana, qualora sia rimasta deve essere molto ben nascosta in qualche remota parte della nostra penisola.

Pitbull
Pitbull
Psy e una scena trash di Gangnam Style
Psy e una scena trash di Gangnam Style
Crediti: MTV, d'a, Dargen D'Amico