Crozza a Ballarò, Bersani come Verdone (video)

Ecrit par

Maurizio Crozza ha strappato qualche sorriso amaro agli spettatori di ‘Ballarò’ con la nuova copertina andata in onda il 26 marzo. I temi? Bersani, Grillo, Dell’Utri e molto altro.

Martedì 26 marzo è stata senza dubbio una giornata ricca di spunti di riflessione per Maurizio Crozza, che come sempre è riuscito a racchiudere i punti salienti dell’attualità politica nella copertina della nuova puntata di ‘Ballarò’. Il comico genovese aveva senza dubbio molta carne al fuoco, ma ha preferito cominciare con i crucci di Pierluigi Bersani, incaricato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di formare un nuovo governo. Per sintetizzare il dilemma di Bersani, Crozza ha fatto ricorso a un felice paragone cinematografico. “Te lo ricordi Carlo Verdone in ‘Un sacco bello’”, ha chiesto il comico al presentatore Giovanni Floris, “quello che non riusciva a trovare gli amici per andare in Polonia? ”. In occasione dell’incontro tra Bersani e Beppe Grillo previsto per il 27 marzo, Crozza non ha risparmiato le fobie cospirazionistiche del secondo, sicuro che i commenti negativi sul blog beppegrillo.it siano senz’altro dovuti ad un esercito di “trolls”, ovvero entità internettiane anonime che amano turbare la pace di blog e social network seminando zizzania di proposito o, come dice Grillo “pagati da qualcuno”.

Crozza a Ballarò, Bersani come Verdone (video) - photo
Crozza a Ballarò, Bersani come Verdone (video) - photo
Crozza a Ballarò, Bersani come Verdone (video) - photo

“Scusa Beppe, ma hai preso in considerazione l’idea che qualcuno non la pensi come te, gratis? ” ha osservato Crozza. A cercare la battuta ci ha pensato anche il capogruppo del M5S al Senato Vito Crimi, che dopo aver affibbiato al Presidente della Repubblica il nomignolo di “morfeo” si è appisolato in aula durante un discorso di Mario Monti. Infine, Crozza ha commentato la condanna in secondo grado per concorso esterno in associazione mafiosa di Marcello Dell’Utri, già sottolineata lunedì sera durante l’intervista del Presidente del Senato Grasso a ‘Piazza Pulita’. Crozza ha però preferito concentrare l’attenzione su un curioso sillogismo, che il comico genovese ha esposto a Floris in termini molto chiari. Il comico ha ricordato come nella sentenza della condanna in appello a Dell’Utri “si dica che D. abbia fatto da mediatore tra la M. e B.”. “Se B. è amico di D. e D. è amico della M., allora B. non dovrebbe essere amico della M? ”, ha chiesto maliziosamente Crozza gesticolando. La copertina si è chiusa, come spesso accade, con una nota amara e un incitamento ai ciprioti, flagellati dalla crisi del sistema bancario nazionale: “Siamo con voi, ma dateci un altro paio di settimane e siamo proprio come voi”.

Crozza a Ballarò, Bersani come Verdone (video)
Crediti: maurizio crozza, Archivio web, Youtube, Rai Tre, .