Cristiano Ronaldo: Pallone d'Oro 2014, Per Muller meglio Neuer

Thomas Muller esulta dopo un gol
Ecrit par

Cristiano Ronaldo per la seconda volta Pallone d'Oro 2014? Secondo l'attaccante del Bayern Monaco e della nazionale campione del mondo Thomas Muller sarebbe "noioso". E poi l'affondo: "Messi non merita di essere nei tre finalisti".

Un Thomas Muller contro i favoriti(smi) per il Pallone d'Oro 2014. L'attaccante tedesco non è stato inserito nel terzetto del Pallone d'Oro 2014: Cristiano Ronaldo, Neuer e Messi. Sky Sport Deutschland lo ha intervistato per conoscere il suo parere rispetto alla scelta dei 624 delegati e nel calderone del Muller pensiero ci è entrato Ronaldo, Messi e la situazione in Bundesliga. Sul CR7 il 25enne centravanti si è espresso così: "Sarebbe così noioso, lo sanno tutti che è un fenomeno, ma ha già vinto l'anno scorso... Quest'anno, guardando anche al Mondiale, sarebbe più gusto che il titolo toccasse a Neuer". Muller tifa naturalmente per il suo compagno di squadra e di nazionale, vincitore come lui della Coppa del Mondo in Brasile e del titolo di campione di Germania. Non è il primo, anche Platini si è espresso a favore di un tedesco (Pallone d'Oro 2014 a Cristiano Ronaldo? Per Platini lo merita un tedesco) e perfino van Gaal e Xabi Alonso tifano per Neuer. Ma se Muller giustifica la presenza di Cristiano Ronaldo nel terzetto finale che il 12 gennaio presenzierà a Zurigo, il centravanti è rammaricato dal vedere Messi soffiare il posto ad altri giocatori. "Al suo posto poteva esserci qualcun altro. Penso a Robben che ha giocato una stagione eccezionale o ad altri giocatori della nazionale tedesca che avrebbero meritato di stare in finale".

Per caso Muller si riferisce a sé stesso? C'è da dire che secondo chi scrive Muller, Gotze e Robben meritavano molto più di Messi la presenza nel terzetto finale. Tutti e tre sono stati decisivi per la vittoria della Coppa del Mondo e molto più continui della pulce durante la stagione. Solo davanti a un Real Madrid stratosferico poteva arrendersi il Bayern. L'argentino, per chi avesse seguito la stagione scorsa, ha giocato in maniera deprimente nella Liga, tanto da perdere il titolo con l'Atletico Madrid e nel mondiale non è riuscito a trascinare la sua nazionale nella finale di Rio. Insomma un vicecampione di tutto e con modeste prestazioni nella prima parte dell'anno, senza tener conto degli ultimi due mesi, meritava di essere nei primi tre posti? Muller non ha tutti i torti. Messi è come quello studente che studia da 9 i primi anni, poi vive di rendita negli ultimi, quasi sbeffeggiando chi gli sta dietro, suo malgrado. Ritornando a Muller, l'attaccante ha espresso il suo parere sulla profonda crisi del Borussia Dortmund, ultimo nella Bundesliga e quindi a rischio retrocessione. "All'inizio l'ho visto in positivo. Però nel frattempo uno augura loro ogni punto. Per il calcio tedesco sarebbe enormemente importante", ha riferito il capocannoniere del mondiale a Sudafrica 2010. "Queste cose ritornano per dimostrare che nel calcio tutto è possibile".

Crediti: Angel Martinez, getty images, web , Alexander Hassenstein, Getty Images