Crisi Governo: Twitter, reazioni dopo 'Rovesciafrittate' di Letta

Berlusconi e Alfano
Ecrit par

La crisi di governo e l’intransigenza di Silvio Berlusconi spopolano su Twitter. I “cinguettii” degli utenti, in larga parte, esprimono rabbia e ironia sulla rottura tra Enrico Letta e il Cavaliere, un “Rovesciafrittate” per il premier.

Il Paese è nel caos, dopo l’apertura della crisi di governo ordita da Silvio Berlusconi. I social network, specchio web dell’opinione pubblica italica, non potevano non “salutare” con ironia e indignazione l’ennesima (e forse definitiva) spaccatura nel governo di Enrico Letta. Proprio il Presidente del Consiglio, nella giornata di ieri, aveva lanciato un’accusa diretta al “Rovesciafrittate” Berlusconi, additato come l’unico responsabile dell'imminente collasso dell’esecutivo: "Gli italiani non abboccheranno". Peraltro, dal 1° ottobre scatterà automaticamente l’aumento di un punto percentuale dell’Iva, di cui il Popolo della Libertà attribuisce la responsabilità al “Governo delle tasse” (parola di Cavaliere) di Larghe Intese. La questione fiscale è dunque lo scudo morale con cui i fedelissimi dell'ex premier hanno dato il la alla spaccatura nell'esecutivo.

Anche tra gli ex alleati di Berlusconi, come il partito “nano” Fratelli d’Italia, si riconduce tuttavia la rottura alle vicissitudini giudiziarie del leader del centrodestra, “Senatore in attesa di decadenza”, parafrasando un celebre film di Alberto Sordi. Se la Lega Nord di Roberto Maroni sta con Silvio, alcuni dei ministri in quota Pdl (pur accettando la richiesta-intimazione di dimissioni) si dissociano dalla deriva estremista della nascitura Forza Italia 2.0, orchestrata dai “cattivi consiglieri” dell’uomo di Arcore. L’opinione prevalente nel popolo di Twitter, in ogni caso, è quella di un Paese tenuto in scacco dai problemi personali di un solo cittadino. Giorgio Napolitano è stato chiaro: la "iattura" del voto anticipato scongiurabile solo in caso di una nuova maggioranza. La palla passa alle colombe del centrodestra.

Crediti: Archivi web, Archivio web, Ansa