Crisi governo: Letta, diretta live della fiducia al Senato

Enrico Letta
Ecrit par

Scocca l'ora della verità per Enrico Letta e il suo governo. Alle 9,30, il premier pronuncerà l’atteso discorso in Senato per ottenere la fiducia. Berlusconi fermo sul no, prevista scissione Pdl. La diretta live della giornata politica.

Enrico Letta, “Dead Man Walking”? Il Presidente del Consiglio è in bilico dopo la crisi di governo aperta dall’ormai ex alleato di Larghe Intese Silvio Berlusconi. A seguito di una settimana convulsa, mercoledì 2 ottobre Letta si presenterà alle Camere per richiedere la fiducia al suo esecutivo. Alle 9,30 è previsto l’atteso discorso in Senato, che si preannuncia lo scoglio parlamentare più arduo per il premier. Nelle ultime ore, si sono susseguite le ipotesi più disparate qualora venissero a mancare i voti del gruppo del Popolo della Libertà; d’altra parte, proprio in questi giorni si è consumata una clamorosa spaccatura all’interno del partito di Berlusconi, con il segretario (e vicepremier) Angelino Alfano pronto a mollare il Cavaliere per continuare a sostenere Letta.

14: 51 - Il Presidente del Senato Pietro Grasso annuncia il voto favorevole alla mozione di sfiducia, con 235 sì, 70 no e nessuna astensione, dopo una giornata di incredibili giravolte del Pdl. Si è passati dal no votato "all'unanimità" dalla riunione del gruppo berlusconiano a Palazzo Madama, all'inatteso sostegno alla fiducia dichiarato in aula dallo stesso Silvio Berlusconi. C'è ora attesa per l'intervento di Letta alla Camera, dove il voto è tuttavia più scontato, data la maggioranza assoluta appannaggio dei Democratici.

14: 40 - Nitto Palma fuorioso ai microfoni di SkyTg24: alla domanda del giornalista se abbia votato sì o no alla fiducia, l'ex ministro abbandona le telecamere: "Se vuole fare lo spiritoso, me ne vado".

L'emblema della giornata politica: Brunetta smentito dal suo leader

14: 30 - Di fatto, superato il quorum dei 171 voti necessari per la fiducia al governo Letta.

14: 27 - Escono le prime dichiarazioni dai membri del governo. Il "dissidente" Quagliariello: "C'è un'incompatibilità evidente nel partito". Fassina, viceministro Pd all'Economia: "Berlusconi è ora irrilevante".

14: 20 - Dopo aver espresso il suo voto, Berlusconi viene contestato all'uscita dal Senato.

14: 02 - Silvio Berlusconi è stato tra i primi a votare la fiducia.

14: 00 - "Berlusconi ha preso atto che la posizione di chi voleva il voto contrario alla fiducia era solo un quarto del gruppo Pdl", dichiara Maurizio Sacconi. E dov'è finita l'unanimità?

13: 55 - Anche Renato Schifani, con un intervento breve e pleonastico (oltre che con voce dimessa), aggiunge la sua firma alla mozione di fiducia. Resta il mistero dell'incredibile dietrofront di Berlusconi, dopo la riunione dei senatori di questa mattina.

13: 50 - L'ex ministro Nitto Palma, tra i fedelissimi di Berlusconi, annuncia di uscire dall'aula nonostante l'indicazione del Cavaliere. "Zanda non vuole la pacificazione".

13: 42 - Zanda, tra i firmatari della mozione di fiducia al Governo Letta, parla di "Cortigiani" con riferimento al "cerchio magico" che ha tenuto in scacco il Pdl (e l'esecutivo) negli ultimi giorni, "La scelta finale di Berlusconi non cancella la sua sconfitta politica".

13: 30 - A sopresa, prende la parola Silvio Berlusconi al posto di Schifani. Ancor più a sopresa, il Cavaliere annuncia il sì del gruppo Pdl al Governo Letta, "Non senza un travaglio interno". Ennesima giravolta della giornata.

Crisi governo: Letta, diretta live della fiducia al Senato

13: 12 - Così la dichiarazione di voto di Scelta Civica, per bocca di Mario Monti: "Non voglio pensare che il Pdl possa votare la sfiducia, facendo precipitare il Paese".

13: 02 - Il voto sulla fiducia inizierà intorno alle 13: 20.

13: 00 Il capogruppo Pdl al Senato Renato Schifani parlerà al posto di Silvio Berlusconi, annunciando il voto sfavorevole.

12: 27 - "L'Italia deve essere guidata da un europeismo più forte. Dobbiamo presentarci al semestre di presidenza dell'Unione Europea senza le beghe politiche interne. Oggi potrebbe essere una giornata storica", afferma Letta nel prosieguo del suo discorso.

12: 17 - Enrico Letta riprende la parola per la replica del suo intervento: "Solidarietà a Paola De Pin (senatrice ex grillina insultata dal gruppo del Movimento 5 Stelle per aver annunciato il voto favorevole al governo, n.d.r). Basta lezioni di morale da chi minaccia".

12: 10 - Con i 20-25 fuoriusciti dal centrodestra berlusconiano, Letta raggiungerebbe la soglia utile per ottenere la fiducia anche senza i Senatori a Vita.

12: 07 - "Questo atteggiamento rischia di far passare Berlusconi dalla parte del torto. E' una mascalzonata", dichiara Carlo Giovanardi, tra i primi transfughi.

Altri articoli su Crisi governoCrisi Governo: Beppe Grillo, Napolitano ai domiciliari con BerlusconiCrisi Governo: Letta, il video a 'Che Tempo Che Fa'Crisi governo: Letta, il video del discorso al Senato

12: 00 - In corso l'intervento di Sandro Bondi al Senato, una dura requisitoria contro Enrico Letta e una difesa accorata del "Leader dei Moderati" Silvio Berlusconi: "Il Governo è finito il giorno dopo la sua condanna (...) Lei prende in giro il Parlamento".

11: 54 - Alcune agenzie riferiscono della spaccatura: il gruppo del Popolo della Libertà voterebbe all'unanimità la sfiducia al governo Letta. Berlusconi: "Entriamo in aula e votiamo no".

11: 38 - Formigoni conferma: "25 del Pdl e 10 di Gal (Giustizia Autonomie e Libertà, parte del centrodestra n.d.r) pronti a formare un nuovo gruppo".

11: 35 - Sandro Bondi accusa Fabrizio Cicchitto: "Io ex stalinista? La sinistra ha assoldato un ex piduista". Cose mai viste all'interno del centrodestra.

11: 30 - Sarebbero 25 i senatori firmatari della mozione di sostegno al governo. Clamorosamente, anche Silvio Berlusconi potrebbe far retromarcia e chiedere un voto unitario a favore di Letta.

11: 22 - In corso una votazione all'interno del gruppo dei senatori del Pdl sul sì o no alla fiducia. C'è però una mozione firmata da 23 esponenti pidiellini in favore del sostegno a Letta, come ha confermato anche il ministro Maurizio Lupi.

11: 00 - L'ex Governatore della Lombardia Roberto Formigoni conferma: "C'è un gruppo autonomo del Pdl, siamo in 25". Il ministro per i Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini apre: "Nuova maggioranza con i transfughi del Pdl".

9: 37 - Parla Berlusconi: "Non muoio neanche se mi ammazzano". Ma poi sembra fare aperture: "Ascoltiamo Letta e poi decidiamo".

9: 30 - Enrico Letta parla al Senato della Repubblica. Al suo fianco, il vice Angelino Alfano.

Crisi governo: Letta, diretta live della fiducia al Senato

Con l’ex Guardasigilli, ci sono gli altri ministri dimissionari Quagliariello, Lorenzin, Lupi e De Girolamo, nonché un nutrito numero di senatori che dovrebbe staccarsi dal Pdl (40 secondo Giovanardi) per costituire un gruppo autonomo, magari ispirato al Partito Popolare Europeo. Persino un fedelissimo della prima ora come l’ex socialista Fabrizio Cicchitto ha sconsigliato la via della crisi e di eventuali elezioni anticipate, arrivando a scontrarsi con i “falchi” della nuova Forza Italia. In ogni caso, proprio l’Europa, in primis la fresca trionfatrice delle elezioni tedesche Angela Merkel (che del PPE è una figura-chiave) guardano alla crisi di governo in Italia come una iattura.

Crisi governo: Letta, diretta live della fiducia al Senato
Crediti: Ansa, web , archivi, youtube.com, Google images