Coppa Italia 2016, Juventus-Inter 3-0: Highlights, gol Morata e sintesi

Morata in Juve-Inter
Ecrit par

Coppa Italia 2016, gli highlights di Juventus-Inter 3-0. Morata sigla una doppietta e Dybala firma l'ultimo gol. Inter in 10 negli ultimi 20 minuti per l'espulsione di Murillo.

La Juventus vince 3-0 con l'Inter nella semifinale d'andata di Coppa Italia e ipoteca la qualificazione alla finale. I bianconeri hanno battuto i nerazzurri con una doppietta di Alvaro Morata e un gol di Paulo Dybala. Per l'Inter sarà difficile recuperare puntare alla qualificazione perché oltre al risultato non ci saranno per squalifica Miranda e Murillo. Quest'ultimo per un doppio giallo è stato espulso a venti minuti dalla fine. La partita è stata liberatoria per Morata, tornato al gol dopo quattro mesi di astinenza con una doppietta decisiva ai fini del risultato. Per Dybala invece non ci sono più parole perché il gol all'Inter arrivato dopo soli sei minuti dalla sua entrata in campo. Per l'argentino è il 15esimo gol stagione, l'ottavo nelle ultime dieci partite tra campionato e Coppa e il secondo in questa edizione di Coppa Italia dopo quello siglato al Torino negli ottavi. In generale l'Inter non è riuscita a rendersi pericolosa e molti meriti vanno anche ai bianconeri, che dopo la sfida con la Roma dimostrano di aver trovato una solidità impressionante e un cinismo sotto porta simile a quello visto per tutta la scorsa stagione. Pochi gli spazi tra i reparti lasciati dai bianconeri nonostante l'assenza di due pilastri in difesa come Barzagli e Buffon, entrambi a riposo per scelta di Allegri. CRONACA. Allegri decide di lasciare Dybala in panchina e vista la squalifica schierare la coppia insolita Mandzukic-Morata. A centrocampo al fianco di Marchisio e Pogba c'è Asamoah e non Sturaro. In difesa Caceres vince il ballottaggio con Rugani. Confermato Neto tra i pali. (qui Coppa Italia, Alessandria-Milan 0-1: Highlights e gol Balotelli)

Nell'Inter Icardi è escluso dall'undici iniziale: al suo posto c'è Jovetic. Mancini si copre di più a centrocampo con Kondogbia, Felipe Melo e Medel. In attacco Biabiany e Ljajic supportano il montenegrino, mentre come terzino sinistro Nagatomo vince il ballottaggio su Telles. La partita è piacevole sin dalle prime battute. La Juve spinge sull'acceleratore e i nerazzurri provano a giocare di rimessa. Il primo episodio importante del match è al quarto d'ora: punizione dal limite e Medel che in area tocca con un braccio. Rigore netto ma l'arbitro non vede il fallo. Cinque minuti dopo Cuadrado va vicino al gol con un diagonale dal limite che sfiora il palo alla destra di Handanovic. Il colombiano è molto attivo e gioca da terza punta larga a destra. Al 35' chiede uno scambio con Morata e nel momento di calciare Murillo lo abbatte con una spinta. Non è un rigore netto ma Tagliavento decide di dare il rigore. Dal dischetto Morata non si fa spaventare dal para rigori e calcia in maniera perfetta vicino al palo. Per lo spagnolo è un ritorno al gol dopo quattro mesi di astinenza. La brutta notizia per l'Inter è il fallo di Miranda al 45', ammonizione che costa al difensore la squalifica nella partita di ritorno a San Siro.

Nella ripresa poco prima dei venti minuti di gioco la Juve raddoppia. Cuadrado, il migliore in campo finora, spacca il campo in diagonale, la palla finisce sui piedi di Evra, che va sul fondo e crossa in area: la palla rimpalla su Miranda e Morata è pronto a scagliarla sul palo più lontano. E' doppietta per lo spagnolo, che si libera di mesi critiche. A venti minuti dalla fine l'Inter rimane in dieci uomini. Cuadrado va via a Medel e Murillo è costretto ad abbattere il suo compagno di nazionale nei Cafeteros. Il colombiano così viene espulso per doppio giallo si aggiunge all'indisponibilità di Miranda, in diffida e ammonito nel primo tempo sempre per un fallo su Cuadrado. Al quarto d'ora dalla fine è l'Inter a recriminare un rigore ma il fallo di Caceres non sembra esserci. Al 31' esce Mandzukic ed entra Dybala. L'argentino impiega solo sei minuti per mettere il sigillo al match: piatto secco dalla linea dell'area di rigore e palla che beffa Handanovic sotto le sue gambe. Nel finale i bianconeri gestiscono il risultato senza rischiare.

Dybala GOal (3:0) Juventus Turin vs Inter... por OfficialGoals
Crediti: web , lapresse