Consultazioni: Silvio Berlusconi, “A noi e al PD il governo”

La delegazione PDL-Lega al Quirinale
Ecrit par

Silvio Berlusconi ha parlato alla stampa dopo esser stato ricevuto al Quirinale per le consultazioni. “A noi e al Partito Democratico incombe il dovere di dare un governo al Paese”.

Tutto va nella direzione auspicata da Silvio Berlusconi. Vito Crimi e Roberta Lombardi del M5S (guarda il video) hanno ribadito la voglia di stare all’opposizione espressa da Beppe Grillo, e al Partito Democratico non resta che guardare al centro-destra. Privo degli occhiali da sole che l’hanno reso una stella dell’Uveite Style, Silvio Berlusconi si è presentato in compagnia del segretario del partito Alfano, dell’ex presidente del Senato Schifani, dell’ex ministro per la Semplificazione Renato Brunetta e di un rappresentante della Lega Nord. “Una delle tre principali forze politiche non è disponibile a collaborare alla formazione di un governo”, è stata la premessa di Berlusconi sul Movimento Stelle.

Consultazioni: Silvio Berlusconi, “A noi e al PD il governo”

Il leader del PDL si è quindi rivolto al centro-sinistra: “A noi e al Partito Democratico incombe il dovere di dare un governo al Paese. Noi siamo disponibili per un governo forte, il nostro è un atteggiamento di responsabilità”. Berlusconi ha approfittato della tribuna per arrogarsi il merito per lo sblocco della liquidità che renderà possibile il pagamento delle imprese creditrici dello Stato, in cui è stato decisivo l’intervento del Commissario europeo Tajani, e ha lanciato un monito allo stesso PD: “Non è possibile che anche il Presidente della Repubblica e il Presidente del Consiglio siano espressione di una forza politica che ha già ottenuto la presidenza della Camera e del Senato”. Insomma, tutto va nella direzione auspicata da Berlusconi: il PD sarà obbligato a un’alleanza col diavolo, e rischia di perdere malamente alle prossime (si parla della primavera 2014) elezioni. PD e Pdl potranno governare insieme?

Consultazioni: Silvio Berlusconi, “A noi e al PD il governo”
Crediti: Archivi web