Carmen Consoli: L'abitudine di tornare, audio e testo del nuovo singolo

Carmen Consoli, l'audio di "L'abitudine di tornare"
Ecrit par

Chitarra acustica, inconfondibile voce della Cantantessa e una storia amara: il nuovo singolo di Carmen Consoli "L'abitudine di tornare" segna il ritorno sulle scene dopo cinque anni di assenza. E l'album arriverà a breve.

"Una storia aspra raccontata con fierezza dalla sua protagonista, una musica lieve che corre veloce al ritornello. Una storia a lieto fine, come nelle fiabe, dove la difficoltà iniziale si trasforma in gioia”: così viene descritto il nuovo, attesissimo singolo di Carmen Consoli “L’abitudine di tornare”, in rotazione radiofonica da venerdì 28 novembre. La tradizionale chitarra acustica della Cantantessa accompagna la sua voce che non è cambiata nel tempo, nonostante siano passati cinque anni dalla pubblicazione dell’ultimo lavoro in studio "Elettra" (2009). Il testo racconta la relazione tra la protagonista e un uomo sposato, da cui è nato un figlio: la storia raccontata nel brano si snoda infatti tra questi tre personaggi principali che non possono chiedere né piangere, ma solo rispondere. Il singolo anticipa il nuovo album di Carmen Consoli in uscita il 20 gennaio 2015, mentre sono già state annunciate le date del tour in partenza ad aprile da Porto San Giorgio (FM).

Il testo de “L’abitudine di tornare” di Carmen Consoli: "Tornare è un’abitudine/Per quelli come te/Sommersi e annoiati dai ritmi di sempre/Confesserai mai a tua moglie/Che sabato dormi con me/Da circa dieci anni tra alti e bassi/Ma io non posso chiedere/Io non devo chiedere/Sarai tu a rispondere se vorrai/Ma io non posso piangere/Io non devo piangere/Sarai tu a decidere se vorrai/Tornare è un’abitudine/Per quelli come te/Fedeli ancorati all'ovile di sempre/Come dirai a tua moglie/Che hai un figlio identico a me/Ha grandi occhi neri/Ha compiuto tre anni/E' piccolo e non può chiedere/Lui non deve chiedere/Sarai tu a rispondere se vorrai/Ma lui non deve piangere/E' vergogna piangere/Sarai tu a rispondere/Se saprai/Ma io non posso chiedere/Io non devo chiedere/Sarai tu a rispondere se vorrai/Ma io non posso chiedere/Io non devo chiedere/Sarai tu a rispondere se vorrai/Sarai tu a rispondere/Sai sempre rispondere/Sarai tu a rispondere/Sai sempre rispondere”.

Crediti: archivio web, adnkronos