Captain America Civil War: Chris Evans spiega la rivalità con Robert Downey Jr.

Iron Man vs Captain America
Ecrit par

Intervenuto al Comic-Con di Salt Lake City, l'attore Chris Evans ha rivelato ai fan alcuni aspetti di "Captain America: Civil War", in particolare lo scontro tra Steve Rogers e Tony Stark.

"Amici mai, per chi si detesta come noi". Steve Rogers e Tony Stark l'amore lo lasciano volentieri al cantautore Antonello Venditti. La reciproca insofferenza dei due esploderà definitivamente in "Captain America: Civil War" (vi sarà anche Spider-Man), il cinecomic che inaugurerà la Fase 3 della Marvel e che farà il suo esordio in sala a partire dal 4 maggio 2016. Come già sappiamo, in seguito agli incidenti di "Avengers: Age of Ultron" (leggi la recensione del film), i governi di tutto il mondo guarderanno con diffidenza ai Vendicatori, ritenuti responsabili di cotanta distruzione. Dopo che la città di Laos, in Nigeria, viene colpita dall’ennesimo incidente internazionale che vede coinvolti gli Avengers, le pressioni politiche chiedono a gran voce un sistema di responsabilità e un consiglio d’amministrazione che decida quando richiedere l’intervento del team. Questa nuova dinamica divide gli Avengers che, al tempo stesso, tentano di proteggere il mondo da un nuovo e malvagio avversario. I supereroi si divideranno in due fazioni: una con a capo il magnate Tony Stark aka Iron Man e l'altra capitanata da Steve Rogers alias Captain America. Ciò condurrà ad uno scontro fratricida che coinvolgerà tutti i supereroi visti finora, con l'aggiunta della new entry Black Panther e della formica atomica Ant-Man. Ecco cosa ha rivelato Chris Evans, intervenuto al Comic-Con di Salt Lake City, ai fan a proposito del conflitto con Robert Downey Jr. in "Captain America: Civil War" (leggi la descrizione delle scene del trailer):

L'attore spiega così la genesi della frazione in seno agli Avengers: "Tony pensa che dovremmo firmare gli accordi proposti dalle autorità governative e rispondere delle nostre azioni a qualcuno, ma Cap, che è sempre stato il collante del gruppo e un soldato, in realtà non si fida più di nessuno. Dopo ciò che è successo in 'Captain America: The Winter Soldier' egli si fida solo di se stesso". L'attore rivela però che le motivazioni di Tony Stark sono comprensibili e giustificate e che in un certo modo egli si trova d'accordo con le posizioni dell'eccentrico miliardario. A quanto pare il modo di agire di Tony Stark in "Captain America: Civil War" potrebbe essere quello più condiviso dal pubblico, nonostante Chris Evans difenda il suo Steve Rogers: "Cap ha le sue ragioni, è un uomo buono dall'indubbia moralità e con la coscienza a posto. Ciò ha reso così difficile e interessante girare il film e credo che ciò renda il film fantastico. Non c'è un vero cattivo, nessuno ha ragione e nessuno ha torto". Che ne pensate delle parole di Chris Evans? Fatecelo sapere alla pagina Facebook "Universo Cinematografico Marvel" (cliccate QUI per diventare fan).

Crediti: YouTube, web , CBM