Cannes 2014: Ryan Gosling, sex symbol e regista al Festival con Lost Rivers

Ryan Gosling che saluta la folla sulla croisette
Ecrit par

Nella sezione Un Certain Regard e' stato presentato "Lost Rivers", l'esordio alla regia del sex symbol Ryan Gosling. L'attore ha raggiunto il red carpet di Cannes per presentare il film al pubblico del Festival. Scopri le foto e la recensione su melty.it

Dopo l'arrivo di Robert Pattinson, Leonardo Di Caprio e Justin Bieber qui a Cannes, ora e' il turno di Ryan Gosling, altro attore americano adorato dal pubblico europeo. Al contrario dei suoi colleghi, Ryan Gosling e' giunto al Festival esclusivamente in veste di regista, presentando il suo esordio intitolato "Lost Rivers" nella sezione Un Certain Regard. L'attore si e' presentato sul red carpet di Cannes 2014 da solo, con la sua consueta aria stralunata, lo sguardo incantato, la camicia a maniche corte e il tatuaggio sul bicipite in vista. Ma di cosa parla il suo "Lost Rivers"? E come lo ha accolto l'esigente pubblico del Festival? Continua a leggere la recensione del film di Ryan Gosling a Cannes 2014 su melty.it!

Cannes 2014: Ryan Gosling, sex symbol e regista al Festival con Lost Rivers - photo
Cannes 2014: Ryan Gosling, sex symbol e regista al Festival con Lost Rivers - photo

"Lost Rivers" e' un thriller ambientato in una disagiata e decadente cittadina della provincia americana. Al centro della vicenda c'e' una famiglia, composta da una madre e i due figli, uno ormai adulto e l'altro ancora giovanissimo. Il nucleo va presto incontro a difficolta' finanziarie e per risolverle, la madre Billy comincia a lavorare in un bizzarro teatro "degli orrori", nel quale vengono allestiti spettacoli grand guignol con trucchi ed effetti speciali. Parallelamente, il figlio maggiore intrattiene un'amicizia con la vicina di casa Rat, una ragazza che gira in compagnia del suo topilino in tasca. Tra scorribande, visioni oniriche e incontri pericolosi, i tre protagonisti troveranno la soluzione ai loro problemi dalle profondita' del fiume che attraversa la cittadina. Guarda il trailer di "Lost Rivers" di Ryan Gosling su melty.it!

Cannes 2014: Ryan Gosling, sex symbol e regista al Festival con Lost Rivers

Qui a Cannes si era creata molta attesa per "Lost Rivers", se non altro per il fatto che a dirigerlo fosse un attore amato come Ryan Gosling. Il film pero', disattende in parte le aspettative e contiene alcuni problemi di fondo. Il piu' consistente riguarda i molti (troppi) richiami che Gosling prende e riutilizza per comporre la sua opera. "Lost Rivers" allora risulta un'accozzaglia informe di omaggi, citazioni e sequenze girate "alla maniera di" alcuni grandissimi, tra i quali David Lynch, Harmony Korine (e' in uscita il sequel del suo "Spring Breakers"), Terrence Malik e ovviamente l'amico Nicolas Winding Refn. Intendiamoci, e' comprensibile che un esordiente utilizzi dei riferimenti per orientarsi, ma quando si esagera, questi sviliscono - o peggio annullano - la personalita' dell'autore. A questo errore basilare, si aggiunge una confusione di fondo nello sviluppo della trama, dalla quale e' difficile capirci qualcosa. Film pasticciato quello di Ryan Goslin, ma dove non tutto e' da buttare: riconosciamo a Gosling l'abilita' nell'imitare i suoi maestri. Alcune sequenze infatti, sono confezionate alla perfezione e certe suggestioni urbane funzionano molto bene. Dunque non si scoraggi il nostro Ryan Gosling: in futuro potrebbe trovare la sua cifra stilistica e magari girare un bel film.

Cannes 2014: Ryan Gosling, sex symbol e regista al Festival con Lost Rivers
Crediti: web