Calciomercato Inter: Lukas Podolski e Mohamed Salah affari vicini

Lukas Podolski dell'Arsenal
Ecrit par

Per il calciomercato l'Inter punta Lukas Podolski dell'Arsenal, Moahamed Salah del Chelsea e Ibrahim Afellay dell'Olympiacos. Trattativa avanzata con il tedesco, da imbastire ancora con Blues e campioni di Grecia. Le ultime dell'Inter.

L'Inter è scatenata sul mercato e vuole stringere i primi colpi già all'apertura della sessione invernale il prossimo 5 gennaio. La società nerazzurra è impegnata in queste ore a Londra con il direttore sportivo Ausilio con Lukas Podolski, attaccante polacco naturalizzato tedesco che non sta trovando spazio con la maglia dei Gunners. La trattativa è ben avviata sul prestito con diritto di riscatto: Podolski guadagnerebbe 2,5 milioni di euro a stagione e l'Inter verserebbe nelle casse della società londinese 6 milioni di euro il prossimo giugno. Lo scoglio da superare starebbe nella tempistica. Roberto Mancini starebbe spingendo affinché il giocatore possa svolgere le visite mediche già nella giornata di domani (lunedì 29 dicembre, ndr) ed essere a disposizione per la gara del 6 gennaio con la Juventus. Arsène Wenger invece non vuole cedere il giocatore in questo momento perché il reparto offensivo è orfano di Olivier Giroud, squalificato per tre giornate dalla Football Association a causa di una testata al difensore del Queens Park Rangers Onuoha. (Calciomercato Inter: Balotelli pronto a tornare, Diarra e Podolski in arrivo)

Calciomercato Inter: Lukas Podolski e Mohamed Salah affari vicini

Il tecnico francese però non sta usando Podolski in Premier. L'Arsenal nella gara di Upton Park con il West Ham è uscita vittoriosa per 2-1 ma non ha avuto tra i suoi interpreti Podolski, rimasto in panchina per tutta la gara. I Gunners però vorrebbero tenere per precauzione l'attaccante almeno fino all'1 gennaio, nell'ultima gara di queste festività natalizie. Podolski a questo punto della vicenda potrebbe ingaggiare anche un braccio di ferro pur di farsi cedere. AFFARE SALAH. Altro obiettivo dell'Inter è Mohamed Salah del Chelsea. L'egiziano si è trasferito dal Basilea alla corte di Mourinho per una cifra superiore ai 15 milioni di euro. In estate i nerazzurri hanno provato ad affondare ma era spuntata la problematica del servizio militare obbligatorio del ragazzo, mai assolto nei suoi 24 anni. Il "Pelè egiziano" in questa stagione ha collezionato solo sei presenze tra Premier League e coppe e vorrebbe cambiare area per giocare con continuità. L'Inter gli ha garantito il giusto spazio. Ora non resta che trovare un accordo tra le società. L'Inter spinge per un prestito con diritto di riscatto, anche se non sono note le cifre. Sappiamo bene che Mourinho è intenzionato a non smembrare la sua rosa, che in caso d'infortuni potrebbe assottigliarsi.

JANUZAJ NO PRESTITO. A differenza dei due precedenti Adnan Januzaj del Manchester United è molto più difficile da portare a Milano. Il classe 95' non solo non è sceso in campo nel pareggio della 19a giornata con il Tottenham ma non è stato portato neanche in panchina dal Luois van Gaal. La società punta molto su di lui ma il tecnico olandese dopo un inizio positivo lo ha relegato ai margini della squadra. Solo 10 le presenze su 19 partite e sempre meno nelle ultime otto partite, sceso in campo solo per un minuto. I Red Devils potrebbero prendere in considerazione un'offerta per una cessione definitiva del giocatore. L'Inter invece poiché deve restare nei parametri Uefa del Fair Play finanziario spinge per un prestito oneroso con diritto di riscatto, modalità che non piace alla società dei Glazers. Sul giocatore ci sono anche Everton, Real Sociedad (il tecnico è l'ex David Moyes) e il Paris Saint-Germain. I Bleus hanno messo sul piatto circa 10 milioni di sterline per il gioiello belga. AFELLAY SECONDA SCELTA. Infine secondo Gianluca Di Marzio di Sky Sport l'Inter starebbe valutando anche il profilo di Ibrahim Afellay. L'esterno olandese dell'Olympiacos ha 28 anni e in passato è stato afflitto da tanti problemi fisici che lo hanno fatto allontanare dal Barcellona, sua ex squadra. La continuità trovata in Grecia gli ha permesso di giocare i mondiali di calcio e Mancini potrebbe garantirgli il posto in una squadra senza esterni come l'Inter.

Crediti: melty.fr, Stuart MacFarlane, getty images, web