Brunori Sas, Tour con Ligabue: "Non mi vergogno"

Dario Brunori
Ecrit par

Dario Brunori ha annunciato ai suoi fan che quest'estate aprirà i concerti del tour di Ligabue, ma non tutti si sono mostrati entusiasti per la decisione della Brunori SAS. Il cantante ha risposto alle accuse in un lungo post su Facebook.

Dario Brunori ha appena annunciato ai fan che quest'estate sarà negli stadi al fianco di uno dei simboli della musica italiana: Ligabue. Lunedì 26 maggio il frontman della Brunori Sas ha infatti scritto sulla sua pagina Facebook: "Il Liga mi ha chiesto un sacco di volte di poter chiudere i miei concerti allo stadio Olimpico e a San Siro. Alla fine gli ho detto di sì". Una frase che ha però scatenato una serie di insulti da parte dei fan di Dario, che lo hanno definito in gran parte un venduto. Per quanto il rocker emiliano possa essere apprezzato o meno, aprire i suoi concerti sarà un'occasione da non perdere per il cantautore calabrese. Dai piccoli palchi di nicchia, Brunori si ritoverà a condividere la sua musica con le migliaia di persone che affollano gli stadi per il più famoso Luciano Ligabue. La Brunori SAS, presente al Festival Maggio a Parigi solo qualche settimana fa, si era già messa alla prova davanti al grande pubblico durante il concerto del Primo Maggio a Roma, ma poterlo fare in Tour in Italia sarà tutta un'altra cosa. "Ligabue potrà piacervi o meno", scrive il cantante di "Guardia '82", "Quel che conta è che oggi mi sta offrendo un'opportunità di visibilità che in altri ambiti 'grandi' mi è praticamente preclusa, oltre che un'esperienza unica per chi fa il mio mestiere. Chi vuol bene a me e alle mie canzoni non può esser dispiaciuto del fatto che io le canti di fronte ad uno stadio intero".

Il messaggio di Dario Brunori
Brunori Sas, Tour con Ligabue: "Non mi vergogno"
Brunori Sas, Tour con Ligabue: "Non mi vergogno"

I follower della Brunori SAS sono stati molto duri anche con Ligabue, non lesinando offese come "Che orrore. Schifobue dovrebbe aprire i tuoi concerti, non tu i suoi. Una tua canzone vale tutta la sua discografia" , o ancora, "Ligabue è la musica che non vogliamo in Italia. Sta lontano da lui! ", per citare i commenti meno cruenti. Viste le reazioni provocate dall'annuncio, Dario Brunori ha tentato di calmare le acque pubblicando un lungo post sul social network: "Ho da dirvi solo questo: andrò su quel palco a cantare e suonare i miei pezzi (non la Macarena benché mi riesca assai bene), esattamente come ho sempre fatto da cinque anni in qua, praticamente ovunque, dai circoli Arci, ai live club, fino alle piazze di paese. Non c'è quindi nulla di cui debba vergognarmi, se non, in effetti, della qualità delle mia ugola e delle mie camicie floreali", ha scritto il cantautore. Il messaggio di Dario sembra aver dato i suoi frutti: i commenti al secondo post sembrano tramettere più il concetto "la buona musica va condivisa" che "sei un venduto". Brunori si distacca da una visione elitistica della musica indipendente, scrivendo: "Così il lamento quotidiano sulla condizione della musica italica diventa solo uno sterile autocompiacimento del nostro ego, in un'ottica elitaria e di nicchia che non m'interessa. Quando il contenitore non altera il contenuto, non vedo proprio il male dove risieda". Ci sono treni che passano una volta nella vita: la Brunori SAS quest'estate sarà in viaggio.

Altri articoli su Brunori SasBrunori Sas: Video, foto e recensione del concerto a NapoliBrunori Sas, Dimartino, Lo Stato Sociale: Festival Maggio con melty.itBrunori SAS e Dente: dal Marcovaldo al Festival Maggio!Brunori SAS apre il Festival Maggio: Il live di 'Mambo Reazionario'

Crediti: web , Giada Gentili, melty.it