Bling Ring: Recensione e commento del film con Emma Watson

Emma Watson è Nicki in "Bling Ring"
Ecrit par

Intrufolarsi nella villa di Paris Hilton è il vostro sogno? 'Bling Ring' debutta nelle sale italiane. Il film di Sofia Coppola racconta la storia vera della fashion baby gang di Los Angeles. Leggi recensione e commento di melty.it.

‘Bling Ring’, l'attesa è finita. Siamo alla resa dei conti con il film di Sofia Coppola sulla banda di giovani ladruncoli del fashion, scelto per l'apertura della sezione 'Un Certain Regard' allo scorso Festival di Cannes. Noi di melty.it l'abbiamo già visto e vi anticipiamo che non ci ha convinto del tutto, anche se pare essere uno di quei film per cui fermentano dibattiti e le stroncature si aprono a possibili ripensamenti. D'altronde si tratta di Sofia Coppola, cresciuta a pane e cinema in una delle famiglie più talentuose di Hollywood – all'ultimo Festival di Venezia abbiamo incontrato la nipote Gia, la “new entry” del clan Coppola nel gotha del cinema d'autore – ribellatasi ben presto all'etichetta della “figlia di”, pur senza glissare sul “mito” Francis Ford Coppola.

Bling Ring: Recensione e commento del film con Emma Watson

'Bling Ring' - già il nome evoca i lustrini e i luccicanti miraggi della celebrità - è una gang di baby criminali. Non esattamente, “non è crimine, è moda”. Siamo nella California di Steve Jobs, ma dimenticate l'immagine del garage che si fa incubatore di innovazione tecnologica: c'è il web, c'è uno “smanettone” del pc, ma nessun maglione sformato o T-shirt alla Zuckerberg. Preparatevi piuttosto a inquadrature di guardaroba che farebbero invidia alla cabina armadio di Carrie Bradshaw di 'Sex and The City'. Un gruppetto di adolescenti ossessionato dal glamour, tra cui una Emma Watson in versione “stronzetta”, fa della cameretta dalle bianche pareti un covo di “cyber spie”. Il concetto è semplice: dove abita Lindsay Lohan? Cerchiamolo su Internet. È fuori città? Le svaligiamo la casa.

Bling Ring: Recensione e commento del film con Emma Watson - photo
Bling Ring: Recensione e commento del film con Emma Watson - photo
Bling Ring: Recensione e commento del film con Emma Watson - photo
Bling Ring: Recensione e commento del film con Emma Watson - photo

'Bling Ring' è più che una storia vera, è cronaca. 'The Suspects Wore Louboutines' è l'articolo di Nancy Jo Sales pubblicato su 'Vanity Fair' da cui la regista ha dichiaratamente preso spunto. Non solo scarpe francesi, i giovani ladruncoli si sono impossessati di ogni genere di bene di lusso per un valore totale di 3 milioni di dollari: dagli abiti ai gioielli, e nel film ci è mancato poco che rapissero persino il chihuahua di Paris Hilton. “Avete parlato con qualcuna delle vittime? - chiederà una delle ragazze agli agenti di polizia in una sequenza del film - E Lindsay Lohan che ha detto? ” Fanno quasi tenerezza questi ragazzini presuntuosi ma dalla personalità sbiadita, quasi finti, costruiti come le pose delle fotografie con il cellulare in discoteca, “bulimici” di attenzioni.

Bling Ring: Recensione e commento del film con Emma Watson

La versione senza scrupoli della “ricerca della felicità”: se vuoi qualcosa, rubala! Ma cosa vogliono questi ragazzini? Una refurtiva o un'identità di successo? Sembrano vuoti e senz'anima come un paio di scarpe, eppure sono pericolosi come una pistola senza sicura, proprio come quella trovata sotto il letto di una delle vittime-star, maneggiata come un giocattolo, ma pronta a esplodere. Uno sguardo distaccato - affascinante l'inquadratura della villa della "povera" Audrina Patridge - impedisce di caricare gli oggetti di significati metaforici. 'Bling Ring' è un film ossessivo, che fa della coazione a ripetere il marchio dell'indolenza. Sofia Coppola non giudica, osserva, ma trasmette il senso di minaccia, di violazione, dell'errore irreparabile. "Adoravano le star e decisero di vivere come loro" recita il claim. Sarà azzardato, ma balza alla mente l'amoralità del killer di 'Non è un paese per vecchi' dei Coen: se niente importa, non c'è legge che valga, nessuno è al sicuro.

Crediti: joblomovienetwork (YouTube), luckyredfilm (YouTube), blacksheepreviews.com, blackfilm.com, achivio web, midnightreview.co.uk, bubblews.com