Better Call Saul: Quale futuro per Saul Goodman nella seconda stagione?

Cosa dobbiamo attenderci nel futuro di Saul Goodman?
Ecrit par

Ora che la prima stagione di Better Call Saul è ufficialmente conclusa sono in tanti a chiedersi cosa succederà a Jimmy McGill/Saul Goodman il prossimo anno. Abbiamo provato a lanciare qualche ipotesi.

Better Call Saul ha appena terminato il suo primo ciclo di episodi che già si inizia a pensare al futuro. Tanto è stato il successo della prima stagione, fragoroso ed enorme anche il plauso della critica e degli addetti ai lavori per una serie partita quasi in sordina e con tante paure e che invece si è dimostrata solida e di altissima qualità. Vi abbiamo già indicato i 5 motivi per cui rivedere Better Call Saul e nelle nostre recensioni abbiamo più volte sottolineato la qualità della serie e delle storie; ora è giunto il momento di interrogarci su quello che sarà il futuro della serie e del suo protagonista, quel Jimmy McGill ormai quasi diventato Saul Goodman. Quale sarà il destino del personaggio interpretato da Bob Odenkirk nella seconda stagione? Cosa accadrà nella vita del personaggio ora che i ponti con il suo passato recente sono quasi tutti caduti? Va detto che ancora nulla di certo si sa sul futuro della serie e su cosa accadrà al suo protagonista. Gli sceneggiatori saranno certamente già al lavoro per la nuova serie che, ricordiamolo, potrà contare di ben 12 episodi. AMC ha dato grande fiducia a Gould e Gilligan, rinnovando la serie per la seconda stagione ancora prima della messa in onda della prima. Questo avrà certamente permesso agli autori di studiare al meglio la storia e svilupparla nel lungo periodo, senza troppe apprensioni o con la paura che questa non potesse avere un futuro.

Better Call Saul: Quale futuro per Saul Goodman nella seconda stagione?

Nella loro testa ci sarà già il futuro di Saul Goodman e anche noi, in un certo senso, sappiamo a cosa porterà questa serie. Il vero problema sarà scoprire in che modo verrà riempito il vuoto di circa cinque anni che ci separa dall'inizio di Breaking Bad. Alla fine della prima stagione, dopo un calvario piuttosto lungo, abbiamo finalmente avuto modo di vedere palesarsi, per la prima volta, quell'avvocato disposto a tutto pur di fare soldi e che attendevamo sin dall'inizio. Ci sono voluti ben dieci episodi ma alla fine siamo arrivati al traguardo. Il Saul che abbiamo visto, pur se presente nei suoi tratti fondamentali, è ancora ben lontano da quell'avvocato esperto e truffatore di Breaking Bad. Il personaggio si chiama ancora Jimmy McGill, ma per ora non abbiamo a che fare solo con una differenza di nome. Ancora numerosi elementi devono essere inseriti nelle avventure di Jimmy per far si che diventi l'avvocato che tutti conosciamo. A parlare del suo futuro è stato lo stesso Bob Odenkirk: “Per tutte e dieci le puntate abbiamo visto Jimmy acquisire le nozioni che lo porteranno a diventare Saul Goodman; secondo me – ed è un totale azzardo – l’anno prossimo lo vedremo in modalità ricerca della propria anima. Forse non si occuperà neanche di legge, ma si avventurerà in una percorso spirituale nel deserto, con il peyote, poi tornerà indietro, si infilerà giacca e cravatta e diventerà Saul Goodman. E magari si frequenterà con Kim”.

Better Call Saul: Quale futuro per Saul Goodman nella seconda stagione?

In effetti il Jimmy che abbiamo visto nel season finale di Better Call Saul “Marco” è un uomo che, pur nel modo più sbagliato possibile, si è liberato di tutte le sue paure e di quei vincoli che non gli permettevano di diventare l'uomo che avrebbe voluto essere sin dall'inizio. Il prossimo sarà un Jimmy McGill molto più libero e pronto a tutto per raggiungere i suoi scopi. Lo vedremo ancora una volta perseguire il suo successo come avvocato, ma in modi ancor meno cristallini rispetto al passato. Lo ha già dichiarato nel finale: basta fare la cosa giusta, ora si tenterà solo di non farsi scappare tutte le opportunità che si paleseranno. Per questi motivi siamo convinti di poter finalmente vedere Jimmy interfacciarsi in maniera più diretta con quel mondo criminale che lo ha già parzialmente sfiorato in questa prima stagione. Potrebbero per questo tornare in auge personaggi come Nacho Varga o Tuco, per non parlare di qualche altro inserimento direttamente dalla serie originale. Non potrà mancare una più stretta collaborazione anche con Mike e quel mondo criminale al quale anche questo personaggio si sta legando. Potrebbe anche fare il suo ingresso ufficiale proprio Saul Goodman, nonostante in tutto questo si andranno certamente a inserire alcuni tormenti direttamente dal passato di Jimmy. La carne al fuoco sarà davvero tanta e le sicurezze per ora sono davvero poche. Di una cosa però siamo quasi certi. Better Call Saul 2 non ci deluderà.

Manuel Lai

Crediti: AMC, Archivio web