Berlusconi contro Lilli Gruber, il video dell’intervista a ‘Otto e mezzo’

Berlusconi ospite di La7
Ecrit par

Silvio Berlusconi torna far parlare di sé con un nuovo attacco a una giornalista: “Le serve un otorino”, ha detto ieri a Lilli Gruber su La7. Guarda il video dell’intervista su melty.it.

La strategia è chiara: l’unico modo per occupare il web, oltre alle televisioni, è sparare sui giornalisti. Durante la trasmissione 'Otto e mezzo' ieri Lilli Gruber è stata tacciata di essere sorda e “poco obiettiva”. Tutto il resto, passa in secondo piano. Il risultato è che la pancia d’Italia, ovvero l’elettorato di Berlusconi, giubila. Il web lo critica, ma comunque parla di lui. E il Pdl recupera. Nonostante questo, Berlusconi ha detto ieri di non correre come premier alle elezioni di febbraio 2013, d’accordo con la Lega. Ma lui, massimo artefice del bipolarismo in Italia, promotore di una riforma sul premierato, torna improvvisamento alla prima Repubblica: “Il premier lo decide il Presidente della Repubblica”. Tradotto: anche se il Pdl perde non sarà lui ad essere sconfitto. Giulio Tremonti sarà quindi premier in caso di miracolosa vittoria del centrodestra. Ma durante la campagna elettorale non ha diritto a esporsi in prima persona. A quello ci pensa Silvio. Che quando la Gruber gli rinfaccia di non aver abbassato le tasse durante i suoi anni di governo risponde così: “Le darò il numero del mio otorinolaringoiatra”.

Berlusconi esordisce in trasmissione raccontando di essere diventato nonno per la settima volta, e la Gruber lo porta su altre questioni familiari. Mistificando i numeri, dà una nuova notizia sull’assegno familiare che dovrà passare a Veronica Lario (che ha ricevuto i consiglio di Luciana Litizzetto), secondo quando deciso in primo grado dal Tribunale di Milano: non si tratterebbe più di 100mila euro al giorno, ma “di 200mila”. Berlusconi probabilmente fa altre divisioni, considerando gli arretrati che deve alla moglie, ovvero “72 milioni”. Perché paga così tanto? Per colpa “delle tre giudici donne di Milano, femministe e comuniste”. Secondo Silvio fa parte di questa categoria anche Lilli Gruber, perché dopo un’ora di chiacchierata si becca un’accusa pesante: “Il suo modo di fare televisione, non è obiettivo. Le sue domande erano attacchi”. Noi di melty.it non siamo d’accordo con Berlusconi. Fosse stata femminista, si sarebbe fatta rispettare e avrebbe risposto per le rime.

Crediti: archivi