Berlusconi ai Servizi sociali: 3 risposte sulla pena da scontare

Silvio Berlusconi farà i servizi sociali
Ecrit par

Berlusconi è stato affidato ai servizi sociali. Accolta la richiesta della difesa contro gli arresti ai domiciliari. Per chi volesse saperne di più tre risposte e tre domande sulla pena dell'ex premier e il suo futuro politico su melty.it.

Cosa prevede la pena?

Silvio Berlusconi sarà affidato ai servizi sociali e dovrà svolgere lavori socialmente utili in una struttura per anziani, la “Fondazione Sacra Famiglia” a Cesano Boscone, circa 40 km da Arcore. Non potrà lasciare la Lombardia ma gli sarà permesso di recarsi a Roma dal martedì al giovedì per attività politiche. Settimana scorsa era arrivato il parere positivo della Procura che accoglieva la richiesta della difesa di affidare l'ex Cavaliere ai servizi sociali. Richiesta ora accolta anche dal Tribunale che ha depositato la decisione e respinto gli arresti domicialiari. L'impegno del premier sarà di una volta a settimana per un periodo di lavoro non superiore alle 4 ore giornaliere. Nella sentenza si definisce Berlusconi persona “ancora socialmente pericolosa”, ma con le attenuanti del pagamento del risarcimento danni e delle spese processuali che ne fanno “scemare la pericolosità". Le pensa sarà di un anno, riducibile di 45 giorni, i giorni si servizio sociale saranno in tutto 28, 16 ore al mese, 168 ore in tutto.

Berlusconi ai Servizi sociali: 3 risposte sulla pena da scontare
Di che cosa è accusato l'ex premier Berlusconi?

La condanna si riferisce al Processo Mediaset sui diritti tv nel quale Berlusconi è stato condannato a 4 anni di carcere – tre eliminati grazie all'indulto - per frode fiscale. Le indagini sono durate più di 10 anni con il primo grado arrivato a quasi sei anni di distanza dalla prima udienza e continui slittamenti dovuti al tristemente famoso “Lodo Alfano” e a legittimi impedimenti vari. L'indagine, aperta dalla Procura di Milano, svelava un sistema di società offshore utili a Mediaset per la compravendita dei diritti su film made in Usa. La società di Berlusconi non comprava direttamente, ma tramite altre aziende in una continua vendita a società gemelle per farne lievitare il prezzo. La differenza tra il valore reale e quello finale consentiva di mettere da parte cospicui fondi neri. Alla fine l'ex premier avrebbe intascato 280 milioni di euro in fondi neri, senza pagare il fisco e frodando i suoi azionisti. Dopo l'entrata in politica Belusconi avrebbe continuato ad occuparsi di queste aziende tramite dei prestanome.

Berlusconi ai Servizi sociali: 3 risposte sulla pena da scontare
Quale sarà il suo futuro politico?

L'ex premier e i suoi collaboratori hanno ottenuto esattamente ciò che volevano. L'obiettivo era evitare gli arresti domiciliari che lo avrebbero costretto a stare obbligatoriamente tra le mura di casa per 10 mesi. Grazie ai servizi sociali Berlusconi avrà la possibilità di recarsi al suo secondo domicilio di Roma per tre giorni a settimana e proseguire la sua attività politica. In questo modo potrà tornare tranquillamente a gestire il suo partito e ad occuparsi in prima persona della campagna politica per le Europee. Potranno essere portate avanti le riforme con Renzi e la legge elettorale e si potranno iniziare a scrivere le liste elettorali di Forza Italia, nel quale continuerà a esercitare a pieno titolo la sua leadership senza alcun “impedimento esterno”. I sondaggi per il partito non sono rosei, ma grazie alla sentenza sarà possibile partire al breve con uno sfiancante tour de force fatto di comizi pubblici, ospitate tv, collegamenti telefonici e radiofonici e chi più ne ha più ne metta.

Berlusconi ai Servizi sociali: 3 risposte sulla pena da scontare
Crediti: Edicola Fiore, dailymotion, Ansa, Archivio web, web , Twitter