Beppe Grillo: Letta bacerà il culo a Berlusconi, De Pin lascia il M5S

Beppe Grillo
Ecrit par

Beppe Grillo torna ad attaccare il Governo Letta: il leader M5S commenta a modo suo il “Decreto del Fare” del premier, che “bacerà il culo a Silvio”. Intanto, i grillini perdono altri pezzi: la senatrice De Pin dice addio al gruppo.

Beppe Grillo è di nuovo in clima da campagna elettorale. Il leader del Movimento 5 Stelle è impegnato nel Tour in Sicilia in vista dei ballottaggi alle Elezioni amministrative dell’isola (sconvolta dallo scandalo escort con Sara Tommasi), in programma domenica e lunedì. Il comico genovese, in attesa dei comizi sul campo, ha usato il megafono del blog per mandare una nuova stoccata al Governo Letta: “Chi da bambino non ha giocato a Dire, fare, baciare, lettera, testamento? (...) Capitan Findus Letta sicuramente conosce la tiritera (...) Nel primo mese c'è stata la fase del Dire, del salvataggio del Paese, del senso di responsabilità, delle priorità irrinunciabili (...) E’ arrivata quindi la fase del Fare (...) Per il Nipote, dopo due mesi del governo del Dolce Far Nulla ci siamo già meritati una riconquistata reputazione. Capitan Findus assomiglia a un annunciatrice televisiva, solo che dopo l'annuncio non c'è il programma”, ha scritto Grillo nell’ultimo post.

Beppe Grillo: Letta bacerà il culo a Berlusconi, De Pin lascia il M5S

Quello del Gran Capo pentastellato è un attacco frontale sull’ultimo pomo della discordia del Governo, il preannunciato (o no? ) aumento dell’Iva: “A furia di Dire e Fare, con l'IVA che forse aumenta e forse no, e la presa per il culo del rinvio dell'IMU che dovremo pagare se non troveranno altre risorse (...) Capitan Findus sta arrivando alla fase del Baciare. Si tratta solo di baciare il culo di Berlusconi per sopravvivere il più a lungo possibile”. Il sostegno a Letta del Popolo della Libertà e del suo Presidente, peraltro, non sembra essere in una botte di ferro: nelle ultime ore sono arrivate le parole di ghiaccio di Daniela Santanché: “Con l’aumento dell’Iva, l’esecutivo cade tra 11 giorni” è la minaccia della pasionaria del centrodestra. Avvertimento che risuona ancor più credibile alla luce della sentenza della Corte Costituzionale, che ha bocciato il Legittimo Impedimento invocato dai legali di Berlusconi per il Processo Mediaset (nel quale il Cavaliere ha subito una condanna a 4 anni). Lo stesso Berlusconi ha assicurato che "Il sostegno al Governo va avanti, nonostante la persecuzione dei giudici", ma è attrito con il "bolscevico" Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che non lo avrebbe sufficientemente "protetto" dai membri della Consulta. Enrico Letta, tra l’incudine (giudiziaria) Berlusconi e il martello (mediatico) Grillo.

Beppe Grillo: Letta bacerà il culo a Berlusconi, De Pin lascia il M5S
Beppe Grillo: Letta bacerà il culo a Berlusconi, De Pin lascia il M5S

Il Governo Letta (forse) morirà, ma il Movimento 5 Stelle non se la passa tanto bene. Venerdì 21 giugno è arrivata un’altra defezione nel gruppo parlamentare grillino: la senatrice Paola De Pin lascia la pattuglia pentastellata a Palazzo Madama. L’ormai ex esponente M5S ha spiegato in un documento le ragioni della sua scelta, in piena solidarietà con la collega Adele Gambaro, la cui espulsione è stata appena ratificata della Rete: “È evidente che le critiche da lei (Adele Gambaro, n.d.r) sollevate avevano un carattere politico (...) Ritengo che il dissenso sia necessario e rappresenti l'essenza del dibattito democratico (...) Se adesso facessimo calare un velo di omertoso silenzio verso questa scellerata decisione di espellere un parlamentare solo per aver espresso opinioni non gradite, staremmo violando non solo i principi del Movimento 5 Stelle, ma anche quelli della democrazia”. Sul blog, per ora, nessun riferimento alla De Pin. La “fronda” a 5 Stelle passata al gruppo misto, però, sale a quota cinque (dopo l’addio di Labriola e Furnari). Nel frattempo, la polemica tra Matteo Renzi e il Movimento sembra sempre di più una questione personale: “Grillo alle prossime elezioni praticamente scomparirà. Non sono particolarmente stupito dall'involuzione dei Cinque stelle. Si riassorbiranno, il Pd tornerà a conquistare gli elettori che ha dato in prestito a Grillo”, ha dichiarato il sindaco di Firenze al Foglio. Il primo cittadino toscano prepara l’offensiva per lanciare l’Opa sul Partito Democratico in autunno, in vista di Primarie e congresso.

Beppe Grillo: Letta bacerà il culo a Berlusconi, De Pin lascia il M5S
Crediti: Youtube, facebook, Archivi web