Beppe Grillo e Casaleggio: Cado in Piedi non è più nelle loro mani

Gianroberto Casaleggio
Ecrit par

Brutta tegola per il guru del Movimento 5 Stelle, Gianroberto Casaleggio. Il sodale di Beppe Grillo perderà la gestione del sito di cadoinpiedi.it, legato alla galassia del potente gruppo editoriale Mauri Spagnol.

Gianroberto Casaleggio, c'è crisi anche per lui? E' rottura tra il guru del Movimento 5 Stelle e il gruppo editoriale Mauri Spagnol, di cui fanno parte storiche case editrici come Garzanti e Longanesi editore. La società "Casaleggio Associati" curava infatti la comunicazione web delle edizioni Chiarelettere (altro asse portante dell'azienda, con la quale Casaleggio ha pubblicato il pamphlet "Il Grillo canta sempre al tramonto", scritto a sei mani con Beppe Grillo e Dario Fo), ma soprattutto la gestione del sito cadoinpiedi.it, portale che nel 2011 ha raccolto l'eredità di voglioscendere, spazio di discussione creato da Marco Travaglio e Peter Gomez. La decisione del gruppo di interrompere il rapporto professionale con Casaleggio&Co. nasce dal concepimento di un'autonoma piattaforma internet della casa editrice, la quale non avrebbe dunque più bisogno dell'intermediazione dell'ideologo di "Gaia" per la cura dei contenuti in Rete. I risultati della gestione di cadoinpiedi, peraltro, si erano rivelati piuttosto deludenti, con molti contenuti "filtrati" attraverso lo stesso blog di Beppe Grillo.

Per Gianroberto Casaleggio è un'autentica doccia fredda: il divorzio dalla Mauri Spagnol (che segue quello con il partito Italia dei Valori di Antonio Di Pietro del 2007) si aggiunge al profondo rosso dell'azienda Casaleggio Associati: 56 milioni di euro di perdite. Il riccioluto sodale di Beppe Grillo non si è fatto mancare nemmeno la grana-Confarpi, l'assemblea di piccoli e medi imprenditori (tra i quali, molti elettori delusi del M5S) che hanno chiesto un faccia a faccia con Casaleggio nell'incontro odierno di Castelbrando (Treviso). Nel frattempo, lo stesso leader a 5 Stelle è al centro delle polemiche per il proprio soggiorno estivo in Sardegna, proprio nei giorni del colloquio (richiesto e poi disertato) con Giorgio Napolitano. Chissà se l'ex comico, memore dell'impresa sullo Stretto, non voglia raggiungere il Quirinale a nuoto.

Crediti: Giornalettismo, fabriziosisti, Archivi web, giornalettismo.com