Baciato dal Sole: Lorena Cacciatore (Milla) o Nina Torresi (Anna), qual è la donna sbagliata?

Nina Torresi (Anna Ferri) vs Lorena Cacciatore (Milla Venturi)
Ecrit par

Baciato dal Sole presenta due tipologie di donne agli antipodi. È Milla Venturi o Anna Ferri il prototipo femminile migliore? Lo scopriremo alla Festa delle Donne.

Baciato dal Sole (qui la replica della terza puntata( va in onda la sera della Festa delle Donne con una nuova puntata sulla travagliata storia del tormentato Elio Sorrentino (Guglielmo Scilla), comico ingenuo e lacerato da profondi conflitti interiori. Raggiunto il successo con un one man show, il ragazzo è pronto a mandare tutto in fumo per una donna. Elio si è innamorato follemente di Milla Venturi (Lorena Cacciatore), nipote dell’azionista di maggioranza di Idra TV. Milla è misteriosa, fragile e volubile. La ragazza è segnata dal suicidio del padre, avvenuto quando era una bambina, e cerca una via d’uscita dalle sue paranoie con una vita tra eccessi e cocaina. Bionda, miliardaria, sensuale, come una Marilyn contemporanea la giovane Venturi è riuscita a stregare il comico senza curarsi troppo di lui. Elio ha fatto una serie di follie d’amore che l’hanno portato solo a una sempre più scarsa considerazione. Finché, scoperta la tresca della sua ragazza con il produttore Michele Ruben (Giuseppe Zeno), Elio è stato pestato a sangue dall’uomo (che si sospetta essere il suo vero padre) e giace su un letto distrutto dal dolore fisico ma soprattutto morale. Milla gli ha seriamente spezzato il cuore.

Dall’altra parte c’è l’amica del cuore (segretamente innamorata di lui) Anna Ferri. Aspirante ingegnere, la coetanea di Elio l’ha seguito a Roma per cercare di fare luce sui suoi sentimenti ma, delusa dal ragazzo ottenebrato dal successo e perso dietro i capricci di Milla, ha fatto ritorno a casa. Finché non ha scoperto di essere stata ammessa in una squadra universitaria di ricerca per un progetto di ingegneria civile a Manfredonia. Anna, ovviamente, è l’esatto opposto di Milla. Concreta, timida, generosa, acqua e sapone. Una contrapposizione di certo non originale e tipica di queste storie triangolari con un protagonista diviso tra la femme fatale e la ragazza semplice ma pura. Posto che il finale della fiction è facilmente intuibile, siamo davvero sicuri che sia Anna la donna giusta per Elio? Sicuramente non lo è Milla, viziata ed egoista e in grado di trascinare il già confuso ragazzo nel baratro. Ma Anna, in questo quadro, non può che configurarsi come la “scelta di ripiego” o, in ogni caso, il classico “amore dell’età della ragione”. E quale donna vorrebbe essere “riconosciuta” in modo ragionevole come quella giusta? Dopo anni e anni in cui lui non si è neanche accorto della sua esistenza? Probabilmente la ragazza giusta per Elio non è nessuna delle due. Ne’ la Marilyn di Roma Tre né tantomeno la Biancaneve del Tavoliere delle Puglie.

Crediti: YouTube, Twitter, Giornalettismo, Gossip e TV