Arisa, Noemi, Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots: Top musica febbraio

Arisa
Ecrit par

Il nostro top musica febbraio non poteva che essere ricco dei protagonisti del Festival di Sanremo 2014. E quindi spazio alla vincitrice Arisa, ma anche a Noemi e la strana coppia Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots. Scopri di più su melty.it.

Il Festival di Sanremo e la musica italiana hanno fatto la parte del leone in questo febbraio musicale di melty.it. Partiamo da Arisa, vincitrice di Sanremo 2014 con il brano "Controvento". La cantante genovese è arrivata davanti a Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots con "Liberi o no" e a Renzo Rubino "Ora". Un brano radiofonico e pop quello di Arisa, che ha ammesso subito dopo la vittoria: "Credo che la mia canzone sia estremamente pop e, considerando che il Festival è proprio un evento pop, era giusto che vincesse". Ma quello che ha colpito è stato soprattutto il suo deciso cambio di look: sono infatti lontani i tempi in cui, armata di caschetto e occhialoni, cantava dal palco dell'Ariston il brano-tormentone "Sincerità". Aspettiamo ora Arisa al varco con il nuovo album "Se vedo te", pubblicato proprio durante il Festival.

Arisa, Noemi, Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots: Top musica febbraio

Sono arrivati secondi al Festival, ma sono stati di gran lunga i nostri preferiti, anzi lo sono stati dal momento dell'annuncio dei "Big" da parte di Fabio Fazio: stiamo parlando della strana coppia di Sanremo 2014 Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots con il brano "Liberi o no". Gualazzi è un artista abbastanza conosciuto nel Belpaese, pianista e cantante raffinato e talentuoso. La vera scoperta per il grande pubblico è stato Sir Bob Cornelius Rifo, anima e corpo del progetto Bloody Beetroots che ha portato elettronica e sistetizzatori sul palco dell'Ariston. Ha coperto il suo volto con la maschera di Venom, nemico di Spiderman, e ha acceso dibattiti, imitazioni e ironie sul web. Ma ha anche portato a Sanremo Tommy Lee, batterista dei Motley Crue, con cui la coppia si è esibita sulle note della storica "Nel blu dipinto di blu".

Arisa, Noemi, Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots: Top musica febbraio

Concludiamo con Noemi, che a Sanremo 2014 ha portato il brano "Bagnati dal sole": una canzone che come lei stessa ha dichiarato si discosta decisamente dai canoni sanremesi e che rispecchia la nuova strada intrapresa dalla cantante. Il suo nuovo album "Made in London" infatti è stato registrato e prodotto a Londra, patria di quel brit-rock e soul tanto amati da Noemi e che hanno dato all'intero lavoro un respiro molto più internazionale. Come da lei dichiarato in conferenza stampa "La sfida era riuscire a fare un disco che suonasse internazionale e moderno senza perdere la mia identità di artista italiana". Nona nella classifica provvisoria, Noemi ha chiuso il Festival di Sanremo al quinto posto. Oltre alla sua voce potente e particolare, hanno colpito anche gli originali abiti che ha indossato durante le serate, firmati Gattinoni Couture.

Arisa, Noemi, Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots: Top musica febbraio - photo
Arisa, Noemi, Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots: Top musica febbraio - photo
Arisa, Noemi, Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots: Top musica febbraio - photo
Arisa - Raphael Gualazzi
Arisa, Noemi, Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots: Top musica febbraio - photo
Crediti: rai, Raphael Gualazzi Facebook, Archivio web, melty.it, Noemi , archivo web, Arisa