Arctic Monkeys a Milano: Video, foto e recensione del concerto al Forum

Arctic Monkeys al Forum di Assago in apertura "Do I wanna know?"
Ecrit par

Calda atmosfera artica al Forum di Assago dove gli Arctic Monkeys si sono esibiti in concerto. Guarda foto e video della data di Milano e leggi la recensione su melty.it.

Forum di Assago colmo di fan per il concerto degli Arctic Monkeys a Milano ma non sold out, con un pubblico che spaziava da giovanissimi a persone che lo erano quando la band è nata. Milano ha accolto così gli Arctic Monkeys, in città per l’unica data italiana del tour “AM”, dopo le date estive di Roma e Ferrara. L’apertura è stata affidata a The Strypes, giovanissimo gruppo irlandese che ha portato sul palco brani estratti dal loro primo album “Snapshot”. Il cantante con i suoi inseparabili occhiali da sole, ha dato voce a una musica potente fatta di chitarre distorte, che ha accompagnato l’attesa della band di punta. Al termine dell’esibizione del gruppo spalla, un’ovazione ha accolto lo svelamento della scenografia artica: un grossa impalcatura che formava la scritta “A M”.

Arctic Monkeys a Milano: Video, foto e recensione del concerto al Forum

Puntuali, pochi minuti dopo le 21: 15, salgono sul palco gli Arctic Monkeys e la scritta delle loro iniziali si illumina, protagonista di scenografici giochi di luce durante tutto il concerto. Il primo è brano è “Do I wanna know? ”, pezzo di apertura dell’ultimo album della band uscito a settembre 2013. Dopo alcuni brani, tra cui “Dancing Shoes”, estratto dal primo album “Whatever people say I am, that’s what I am not” il frontman al microfono si presenta alla platea: “Hello Milan! We are Arctic Monkeys and my name is Alex Turner”. Nonostante il look del cantante sia vagamente ispirato al rock’n’roll americano anni ’50, il suo accento british lo riporta decisamente nelle campagne di Sheffield, città natale della band. Subito dopo la presentazione di alcuni membri del gruppo, parte “Teddy Picker”, uno dei loro cavalli di battaglia: gli assoli diAlex Turner, che ha superato la laringite che aveva costretto gli Arctic Monkeys ad annullare alcune date del tour, sono visibili in primo piano anche grazie a due grandi maxischermi posizionati ai lati del palco che regalano al pubblico dettagli e primi piani.

Arctic Monkeys a Milano: Video, foto e recensione del concerto al Forum

Sul palco la band si arricchisce di tre elementi: tastierista, percussionista e un chitarrista che suona quando Alex Turner abbandona la chitarra per un una serie di canzoni, tra cui “Fireside”. Dedica speciale “This is for the ladies” sul brano tratto dal primo album “I bet you look good on the dancefloor”. Spazio al romanticismo poi su alcuni brani come “Cornerstone” che fanno partire prima gli accendini, catapultando il forum in atmosfere anni ‘80/’90 per poi passare a mezzi decisamente più tecnologici come l’applicazione “torcia” degli smartphone. Non ha deluso nemmeno l'attesa "Why'd you only call me when you're high", che Alex Turner e gli Arctic Monkeys avevano eseguito in acustico agli Avatar Studios. In chiusura encore affidato a “Snap out of it” da “AM”, “Mardy Bum” e “R U Mine? ”. Buon concerto delle scimmie artiche che dal vivo mostrano la loro parte più “rock”, senza dimenticare il loro inconfondibile sound. Resta un dubbio sulla scelta della location, ormai la preferita a Milano per concerti di grande calibro (vedi Bruno Mars, Queens of the Stone Age e ad aprile 2014 i Franz Ferdinand): a fronte di contenere un numero di persone decisamente alto, nel Mediolamun Forum di Assago viene penalizzata l’acustica, soprattutto per chi si gode il concerto sulle tribune e non nel parterre.

Greta Cavallari

Arctic Monkeys a Milano: Video, foto e recensione del concerto al Forum - photo
Arctic Monkeys a Milano: Video, foto e recensione del concerto al Forum - photo
Arctic Monkeys a Milano: Video, foto e recensione del concerto al Forum - photo
Arctic Monkeys a Milano: Video, foto e recensione del concerto al Forum - photo
Arctic Monkeys a Milano: Video, foto e recensione del concerto al Forum - photo
Crediti: camcasa