"Anaconda" di Nicki Minaj: Trash, salvami tu! 

Anaconda il nuovo video di Nicki Minaj
Ecrit par

Appena pubblicato, il video di Nicki Minaj "Anaconda" ha fatto impazzire il web: 4 milioni di visualizzazioni in poco tempo. Ma ormai, quella degli utenti è solo curiosità perché il suo lato B non ci scandalizza più.

Nicki Minaj si è piazzata lì, al centrocampo: tra Lady Gaga e il soft-porno “Do what you want” e il prossimo atteso singolo della provocante Rihanna (forse in arrivo a settembre); e ha assestato un "grande" gol. Per il 2014, data l’assenza di tormentoni per la stagione, che con il maltempo hanno reso quest'estate la più autunnale degli ultimi anni, Nicki Minaj con la sua "Anaconda" voleva riscaldare un po’ la situazione. Niente a che vedere con la classe del "Cobra" di Donatella Rettore, e a dirla tutta neanche stupisce più vedere dei sederi in un video-clip. Ma fermi tutti! Nicki mica ha pensato di inserire un fondoschiena qualsiasi nel suo "Anal-conda", ci ha messo il suo, come se nei precedenti video non ce ne avesse mostrato a sufficienza. Immaginiamola durante una riunione con il suo staff mentre cerca disperatamente una soluzione per risalire la classifica della Top Ten statunitense dopo il flop di “Pills’n’Potions”. Tutti che si arrovellano su quale sia la ricetta vincente, non sapendo di averla lì, davanti, o meglio dietro, la stessa cantante.

Il video teaser di Anaconda
nicki minaj, nicki minaj hot, perizoma nicki minaj, beyoncé, flawless remix
Nicki Minaj e il nuovo video
nicki minaj, anaconda
Nicki Minaj e il nuovo video

Mascherato dietro la solita pacca sulla spalle verso coloro che hanno forme prorompenti, ecco la Minaj che si denuda davanti l’obiettivo, con il tanga all’aria, il seno di fuori e il grido di battaglia: se sei una ragazza-stecchino puoi anche andartene “affa”. Certo, poi con secchiate d’olio sul corpo, che neanche l’acqua dell’Ice Bucket Challenge, vestiti di Alexander McQueen da migliaia di dollari addosso e il parrucchiere ad un tiro di schioppo, com’è facile mettersi in cattedra e dire “Noi big fat ass siamo molto fighe”. Insomma, pure per la Minaj il trash è stata l’unica via da imboccare, ma il vero problema (per lei più che per noi) è che qui, nel mondo dei very common people, non ci scandalizziamo più.

Giada Gentili

Crediti: Youtube, Visual Press Agency, Aff / Visual Press Agency, Instagram